Download
slide1 n.
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
SUPPLY CHAIN EFFICIENZA E RISPETTO AMBIENTALE PowerPoint Presentation
Download Presentation
SUPPLY CHAIN EFFICIENZA E RISPETTO AMBIENTALE

SUPPLY CHAIN EFFICIENZA E RISPETTO AMBIENTALE

163 Vues Download Presentation
Télécharger la présentation

SUPPLY CHAIN EFFICIENZA E RISPETTO AMBIENTALE

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. SUPPLY CHAIN EFFICIENZA E RISPETTO AMBIENTALE PepsiCo MU ITALIA in collaborazione con

  2. PepsiCo nel Mondo MU Italia: sostenibilità ambientale nella produzione MU Italia: sostenibilità ambientale nella logistica Next Steps MU Italia: sostenibilità ambientale nel Dispensing 1 2 3 5 4 Indice

  3. PepsiCo nel Mondo MU Italia: sostenibilità ambientale nella produzione MU Italia: sostenibilità ambientale nella logistica Next Steps MU Italia: sostenibilità ambientale nel Dispensing 1 2 3 5 4 Indice

  4. PEPSICO NEL MONDO PepsiCo è il secondo gruppo al mondo nel Food & Beverage Il business è diviso tra la parte food e quella beverage con ben 19 marchi I marchi commercializzati comprendono tra gli altri: Pepsi - 7UP – Lipton - Lay’s – Tropicana - Quacker - Gatorade

  5. Environmental Sustainability Human Sustainability Talent Sustainability PEPSICO NEL MONDO Il successo e la crescita di PepsiCo nel mondo si basano sull’implementazione di una piattaforma strategica denominata PERFORMANCE WITH PURPOSE che è strutturata su tre pilastri fondamentali:

  6. PepsiCo nel Mondo MU Italia: sostenibilità ambientale nella produzione MU Italia: sostenibilità ambientale nella logistica Next Steps MU Italia: sostenibilità ambientale nel Dispensing 1 2 3 5 4

  7. PEPSICO SUPPLY CHAIN ECOSOSTENIBILE Come la produzione può contribuire ad aiutare ambiente PepsiCo Europa ha adottato dal 2006 un programma di riduzione dell’impatto ambientale di tutti i siti produttivi europei con obiettivi ben precisi da raggiungere in un arco temporale di 10 anni (2006-2015) articolato in 3 fasi: Fase 2 Fase 1 Fase 3 • Implementazione programma ReCon (Resources Conservation): • pianificazione di interventi per ridurre il consumo dei tre indicatori ambientali intervenendo in particolare su: • processo produttivo • Impianti • Formazione del personale operativo • Monitoraggio dei consumi dei • tre principali indicatori • ambientali: • Acqua • Elettricità • Gas metano Standardizzazione e validazione del processo applicando ed ottenendo la certificazione ambientale ISO 14001:2004 sia del sito produttivo di Scorzè che dell’HQ di Milano

  8. PEPSICO SUPPLY CHAIN ECOSOSTENIBILE Come la produzione può contribuire ad aiutare l’ambiente Perfomance raggiunta dalla ns. attività stabilimento di Scorzè dal 2006 al 2011 consumi acqua - 24% consumi elettricità - 15% Consumi gas - 23% Packaging Lightweighting (riduzione PET) - 5%

  9. PepsiCo nel Mondo MU Italia: sostenibilità ambientale nella produzione MU Italia: sostenibilità ambientale nella logistica Next Steps MU Italia: sostenibilità ambientale nel Dispensing 1 2 3 5 4

  10. PEPSICO SUPPLY CHAIN ECOSOSTENIBILE Logistica ed Efficienza Dal 2009 la MU Italia si propone a livello europeo in ambito PepsiCo come primo paese ad aver implementato un monitoraggio a livello informatico dell’emissione di CO2 generato dal trasporto dei propri prodotti (Pepsi, Gatorade, Lipton e Tropicana) dai magazzini ai clienti Questo lavoro, condotto in collaborazione con il gruppo TESI, si propone principalmente l’obiettivo di creare un database per evidenziare le aree critiche legate al trasporto terzo del prodotto finito per poter pianificare un piano di MIGLIORAMENTO DELL’IMPRONTA ECOLOGICA GRUPPO TESI

  11. I progetti “green” di Pepsico & Tesi TC1 GDO: il portale di filiera per la distribuzione TMS Tracking Web: Net Mover per l’ambiente

  12. TC1 GDO: il portale di filiera per la distribuzione OPERATORI LOGISTICI Outsourcers Trasportatori PRODUTTORI DISTRIBUTORI ca. 250 ca. 650 22 CeDi

  13. OPERATORI LOGISTICI 100.000 prenotazioni nel primo anno di utilizzo PRODUTTORI DISTRIBUTORI 1.000 utenti ogni giorno Gestito il 70% dei volumi Unico portale di filiera attivo in Europa Il 98%dei mezzi arrivati puntuali entra nello slot prenotato con solo 15’ di attesa Altri processi collaborativi presto online

  14. I progetti “green” di Pepsico & Tesi TC1 GDO: il portale di filiera per la distribuzione TMS Tracking Web: Net Mover per l’ambiente

  15. Il Progetto Tracking Web La soluzione per il monitoraggio delle emissioni si inserisce all’interno del più ampio progetto, voluto da Supply Chain Pepsico, di un Portale Web TMS, focalizzato principalmente sui processi Execution & Tracking e basato sull’applicazione NET MOVER di Tesi. PROGRAM- MAZIONE PIANIFI- CAZIONE EXECUTION TRACKING PROCESSO DI SPEDIZIONE

  16. Obiettivi del progetto • Gestire e controllare in modo puntuale le spedizioni, al fine di ricevere tempestivamente le informazioni di esito consegna dai trasportatori • Determinare le performance di ogni singolo vettore • Determinare il livello del servizio offerto al cliente rispetto all’ordine originario, su KPI impostati da Pepsico

  17. Il modulo di Net Mover per l’ambiente Tesi ha progettato e realizzato, in stretta collaborazione con la Supply Chain di Pepsico, un nuovo modulo di Net Mover, completamente dedicato all’analisi dell’impatto ambientale. Attraverso una classificazione anagrafica dei mezzi, l’applicazione consente di tracciare le emissioni di CO2 di ogni singola spedizione relativa al trasporto primario.

  18. Il contesto in Pepsico ERP ORDINICLIENTI BOLLE DI SPEDIZIONE RESI Valorizzazione Spedizioni Cruscotto Esito Consegna Livello di Servizio Cliente (KPI) Analisi Impatto Ambientale ESITI CONSEGNE TRASPORTATORE

  19. Regole di gestione Al fine di misurare il valore di emissione devono essere definiti per ogni singola spedizione due parametri: Km percorsi per effettuare la spedizione 107222 Tipo di mezzo utilizzato per la spedizione

  20. Classificazione delle informazioni GRUPPI CLASSE AMBIENTALE Per ogni tipologia di mezzo (es: furgone, bilico,…) è possibile definire dei gruppi di Classe Ambientale, sulla base di determinati parametri (es: Euro 2, Euro 3,…). Per ogni gruppo, a seconda delle misurazioni definite da enti certificatori, viene impostato un valore medio di emissioni CO2.

  21. Classificazione delle informazioni

  22. Classificazione delle informazioni • CENSIMENTO AUTOMEZZI • E’ stato effettuato un censimento degli automezzi utilizzati dai vari trasportatori, inserendo a sistema i dati seguenti: • targa • portata • valore puntuale di emissioni CO2, ricavato dalla carta di circolazione oppure Gruppo Classe Ambientale di riferimento

  23. Classificazione delle informazioni

  24. Esito di Consegna Il Trasportatore, in fase di inserimento dell’esito di consegna, potrà immettere inoltre la targa dell’automezzo utilizzato per il trasporto oppure, nel caso in cui non si disponesse di tale informazione, il dato relativo al Gruppo Classe Ambientale.

  25. Esito di Consegna

  26. Analisi dei risultati Partendo dai dati puntuali sulle consegne, inseriti dai trasportatori, un cruscotto di controllo permette di avere una visione aggregata ed una specifica reportistica dedicata al tema dell’impatto ambientale, classificabile in base a: Trasportatore • Area geografica/Destinatario • Gruppo Classe Ambientale

  27. ANDAMENTO DELL’IMPATTO AMBIENTALE SU BASE ANNUA [g/Km]

  28. RIPARTIZIONE AUTOMEZZI PER GRUPPO CLASSE AMBIENTALE

  29. PEPSICO SUPPLY CHAIN ECOSOSTENIBILE Logistica ed Efficienza In questi primi 2 anni di applicazione del database, abbiamo ottenuto i seguenti incoraggianti risultati: Eliminazione dei mezzi meno performanti Classe EURO 0,1,2 Riduzione emissioni CO2(su lt di prodotto trasportato) - 9% Ciò che ha reso possibile questi traguardi è stato soprattutto: Approccio positivo dei trasportatori Coinvolgimento dei trasportatori

  30. PEPSICO SUPPLY CHAIN ECOSOSTENIBILE Polo Logistico Dal 2010 è attivo un programma di monitoraggio degli indicatori di consumo/produzione del principale polo logistico terzo utilizzato da PepsiCo: Energia Acqua Rifiuti Ciò ha contribuito ad incentivare nel 2011 l’installazione sulla copertura del magazzino di un impianto di generazione di elettricità a Pannelli fotovoltaici

  31. PepsiCo nel Mondo MU Italia: sostenibilità ambientale nella produzione MU Italia: sostenibilità ambientale nella logistica Next Steps MU Italia: sostenibilità ambientale nel Dispensing 1 2 3 5 4

  32. Impianti a risparmio energetico Telemetria Impianti energy saving (40% riduzione energia) Monitoraggio delle performance erogatori PEPSICO SUPPLY CHAIN ECOSOSTENIBILE MEM – impianti di nuova tecnologia In quest’ambito la MU Italia si è focalizzata dal 2009 in particolare su: Studio di LCA per tipologia di packaging

  33. PEPSICO SUPPLY CHAIN ECOSOSTENIBILE Analisi packaging Dal 2009 al 2011 PepsiCo, in collaborazione con la società di consulenza eAmbiente, ha effettuato uno studio scientifico comparativo LCA (Life Cycle Assessment) tra le varie tipologie di packaging utilizzate nel canale Ho.Re.Ca I risultati conclusivi sono stati verificati da ENEA e validati DNV, ed hanno evidenziato che il dispensing e’ il pack con le migliori performance ambientali Timing Studio Risultati Validazione Studio completo con metodologia LCA Luglio 2010 Gennaio 2011 Il Dispensing è il pack più eco-sostenibile Validazione DNV, ente terzo indipendente

  34. PepsiCo nel Mondo MU Italia: sostenibilità ambientale nella produzione MU Italia: sostenibilità ambientale nella logistica Next Steps MU Italia: sostenibilità ambientale nel Dispensing 1 2 3 5 4

  35. Monitoraggio e registrazione dei consumi per linea di produzione Monitoraggio delle prestazioni ambientali degli imbottigliatori terzi Prosecuzione del programma «ligthweighting» Produzione Sviluppo e promozione del trasporto intermodale Promozione utilizzo pannelli fotovoltaici su depositi periferici Evoluzione TMS con ottimizzatore routing Logistica Acquisto coolers dotati di green gas (isobutano/propano) MEM / Dispensing PEPSICO SUPPLY CHAIN ECOSOSTENIBILE Next steps