Stefano Bocchi Dipartimento di Produzione Vegetale - PowerPoint PPT Presentation

slide1 n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Stefano Bocchi Dipartimento di Produzione Vegetale PowerPoint Presentation
Download Presentation
Stefano Bocchi Dipartimento di Produzione Vegetale

play fullscreen
1 / 19
Download Presentation
Stefano Bocchi Dipartimento di Produzione Vegetale
231 Views
gene
Download Presentation

Stefano Bocchi Dipartimento di Produzione Vegetale

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. Verso l’uso di Indicatori per la Valutazione della Qualità Integrale di Filiera Agroalimentare Stefano Bocchi Dipartimento di Produzione Vegetale

  2. Quadro di riferimento e necessità Approccio sistemico Strumenti di conoscenza, rappresentazione e … monitoraggio Semplificazione per un monitoraggio partecipato (comunicazione)

  3. Strumenti • Misure • Modelli • Indicatori

  4. La classificazione degli indicatori agroecologici • Driving forces • Pressure • State • Impact • Response

  5. Il monitoraggio e la valutazione dei sistemi agro-alimentari Sviluppo di strumenti per: • Acquisire e trasferire le conoscenze • Sintetizzare e sistematizzare i concetti • Ridurre lo sforzo per l’acquisizione dei dati • Semplificare i processi di elaborazione e di valutazione

  6. Caratteristiche principali degli indicatori Utilità d’uso Validità analitica Grado di misurabilità

  7. Esempi di indicatori agroecologici • Siepi-filari • Output di energia • Input di energia • Rapporto output/input di energia • Bilancio di N • Bilancio di P2O5 • Ore di lavoro/ha

  8. La qualità: proprietà distribuita lungo il percorso (flusso) … e finale Insieme concatenato ed in ordine cronologico di vari elementi strutturali, funzionali e tecnologici che sono coinvolti nella produzione di un alimento. Concetto di filiera … e della sua qualità

  9. Qualità agro-alimentare come concetto complesso La qualità dei prodotti dipende inizialmente da: ambiente di produzione processo produttivo Agroecosistemi, che non solo ambiti di processi produttivi, ma sistemi diffusi sul territorio, utilizzano capitale naturale (beni comuni, legati ad aspetti di qualità della vita) e patrimoni di conoscenze, assumono molte funzioni assicurano servizi  Qualità dell’ intero agroecosistema  qualità dei sistemi “a valle” (Es. sistema alimentare)

  10. Qualità agroalimentare … concetto ancora più complesso verso valle Alcuni aspetti: La qualità igienico-sanitaria La qualità nutrizionale La qualità sensoriale La qualità tecnologica I valori aggiunti culturali e ambientali

  11. Concetti base e relazioni Il sistema complesso: agroalimentare Un processo da monitorare: filiera produttiva di beni alimentari Una qualità complessa autopoietica, espressione dinamica dello stato del sistema Lo strumento per caratterizzare lo stato del sistema ?

  12. Indicatori di filiera o indicatori di flusso produttivo terra-tavola ? Per le singole fasi della concatenazione Per i rapporti tra una fase e l’altra (rapporto di qualità ed efficienza) Indicatori globali di intera filiera (es. bilanci energetici o economici dal campo alla forchetta per evitare errori di valutazione come km 0 o altri)

  13. Esistono esperienze o ricerche ? Si …. ma parziali ---- Alcuni esempi Willcox, F.; Hendrickx, M.; Tobback, P. 1995 Evaluation of safety and quality of 'Grade 4' products. The post-harvest treatment of fruit and vegetables: systems and operations for post-harvest quality. Proceedings of a workshop, Leuven, Belgium,   Nilsson, H. 2002 Total quality indicators for the food production chain: is there a need for more labelling? . In Paradoxes in food chains and networks. Proceedings of the Fifth International Conference on Chain and Network Management in Agribusiness and the Food Industry, Noordwijk, Netherlands, 6-8 June 2002   Linke, M.; Herppich, W.; Geyer, M. 2003 An integrated approach to indicate freshness of horticultural produce. Acta Horticulturae     Beres, K.; Husta. 2006 Alternative economic indicators in food chain according to life quality and sustainability. Cereal Research Communications. Taniguchi, Y 2008. Strategies to induce cooperation from farmers in an organic food supply chain: the case of Bio Market, Inc., Japan. Cultivating the future based on science .

  14. Filiera riso Prodotto sano, che nutra, risponda ai caratteri varietali (es. Carnaroli o Arborio), non contenga contaminanti e/o sostanze pericolose per la salute, gradevole al gusto, che si presti per alcune particolari ricette, che sia tramite di altri valori

  15. La filiera del riso Varietà da coltivare Rotazione Tecnica colturale Sistema di essicazione Sistema di conservazione del risone Ambiente pedo-climatico di coltivazione Produttore Mediazione/commercio/trasporto dall’azienda all’industria del risone Lavorazione industriale Conservazione, distribuzione e vendita Consumatore Preparazione e consumo

  16. La qualità del riso è solo carattere ereditario ? La specie, la sottospecie, la varietà Le caratteristiche fisico-chimiche del terreno Il livello di fertilizzazione (in particolare azoto) La data di semina (precoce o tardiva) La densità di semina (densità di popolazione) Il livello produttivo unitario L’effetto negativo di alcuni diserbanti Le caratteristiche meteorologiche (in particolare durante la maturazione del granello)

  17. La scelta del momento della raccolta (umidità alla raccolta) La regolazione della mietitrebbia Le modalità di essiccazione L’umidità al termine dell’essiccazione Le modalità di conservazione in magazzino e la stagionatura Le tecniche di raffinazione e l’intensità/grado di lavorazione La presenza di granelli rotti, gessati, incompleti, imperfetti Le modalità di conservazione del riso lavorato Le modalità di confezionamento

  18. I sistemi di preparazione I sistemi di presentazione nel piatto (qualità reale e percepita) Il sistema tavola (abbinamenti equilibrati con altri alimenti e bevande all’interno di un complesso di componenti oggettivi e soggettivi) Il sistema mensa nella ristorazione collettiva e la sua qualità (aspetti di educazione agroalimentare, aspetti del convivio, della qualità delle relazioni, della vita quotidiana ecc.)