Download
slide1 n.
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
CORSO INTEGRATO “NEUROLOGIA” PowerPoint Presentation
Download Presentation
CORSO INTEGRATO “NEUROLOGIA”

CORSO INTEGRATO “NEUROLOGIA”

872 Vues Download Presentation
Télécharger la présentation

CORSO INTEGRATO “NEUROLOGIA”

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. CORSO INTEGRATO“NEUROLOGIA” Laurea Specialistica in Medicina e Chirurgia 2006-2007 Docente: Prof. Carlo Gandolfo Direttore del Centro Ictus della Clinica Neurologica dell’Università di Genova Tel. 010 3537066 - Fax 010 3538625 e-mail: gandcaci@unige.it

  2. DEFINIZIONE DI ICTUS (WHO) Disfunzione focale o globale dell’encefalo dovuta a causa vascolare che determina segni e sintomi di durata superiore a 24 ore ad insorgenza acuta o subacuta

  3. EPIDEMIOLOGIA DESCRITTIVA DELL’ICTUS IN ITALIA

  4. PREVALENZA NUMERO DI SOGGETTI AFFETTI DALLA MALATTIA, IN UNA DATA POPOLAZIONE, IN UN DATO MOMENTO

  5. Prevalenza di ictus in Italia Dati definitivi del censimento 2001

  6. PREVALENZA DI ICTUS IN ITALIA • Il numero di soggetti che hanno avuto un ictus e ne sono sopravvissuti, con esiti più o meno invalidanti, è calcolabile, in Italia, in 913.771. • Circa 1 soggetto ogni 63 abitanti circa

  7. Percentuale di soggetti di età => 65 anni in Italia ed in Liguria

  8. Prevalenza di ictus in Liguria Dati definitivi del censimento 2001

  9. PREVALENZA DI ICTUS IN LIGURIA • Il numero di soggetti che hanno avuto un ictus e ne sono sopravvissuti, con esiti più o meno invalidanti, è calcolabile, in Liguria, in 34.497 • Circa 1 soggetto ogni 46 abitanti circa

  10. INCIDENZA NUMERO DI NUOVI CASI DELLA MALATTIA IN UNA POPOLAZIONE IN UN ANNO

  11. Incidenza di ictus in Italia Dati definitivi del censimento 2001

  12. Incidenza di ictus in Liguria Dati definitivi del censimento 2001

  13. NUOVI ICTUS IN ITALIA ED IN LIGURIA ALL’ANNO • ITALIA: 195.889 = 1 OGNI 291 ABITANTI (OGNI GIORNO 536 CASI) • LIGURIA: 7.423 = 1 OGNI 212 ABITANTI (OGNI GIORNO 20 CASI)

  14. DATI EPIDEMIOLOGICI DESCRITTIVI DELLE PRINCIPALI MALATTIE NEUROLOGICHE

  15. ESORDIO ED ANDAMENTO • INSORGENZA ACUTA (SPESSO BRUTALE) • DEFICIT NEUROLOGICO FOCALE (emiparesi, emianestesia, emianopsia, atassia, afasia, diplopia, paralisi facciale, disartria, disfagia, etc. etc.) • ANDAMENTO PEGGIORATIVO (ICTUS INGREDIENS) • ANDAMENTO MIGLIORATIVO (TIA, MINOR STROKE) • STAZIONARIETA’

  16. DEFICIT NEUROLOGICO FOCALE • Emiparesi • Emianestesia • Emianopsia • Atassia • Afasia • Diplopia • Paralisi facciale • Disartria • Disfagia

  17. ICTUS = MALATTIA ETEROGENEA • ISCHEMIA DA TROMBO-EMBOLISMO DA ATS DI GROSSI TRONCHI ARTERIOSI • ISCHEMIA CARDIOEMBOLICA • ISCHEMIA DA “SMALL VESSEL DISEASE” • ISCHEMIA DA ALTRE CAUSE (malattie ematologiche, vasculiti, dissezione arteriosa, etc.) • EMORRAGIA CEREBRALE IPERTENSIVA (TIPICA) • EMORRAGIA CEREBRALE LOBARE (ATIPICA) • EMORRAGIA SUB-ARACNOIDEA

  18. MORTALITA' A 30 GIORNI = 20 % INVALIDITA' RESIDUA A 30 GIORNI= 45 % MORTALITA' + INVALIDITA' = 65 % PROGNOSI DELL'ICTUS CEREBRALE

  19. PROGNOSI DELL’ICTUS • La mortalità acuta (30 giorni) dopo ictus è pari a circa il 20% mentre quella ad 1 anno ammonta al 30% circa. • Le emorragie (parenchimali e sub-aracnoidee) hanno tassi di mortalità precoce più alta (50 % circa ad 1 mese).

  20. RILEVANZA SOCIALE DELL’ICTUS SOGGETTI SOPRAVVIVENTI UN ANNO DOPO ICTUS • Normalità 10% • Emiparesi 48% • Incapace di deambulazione 22% • Dipendenza completa 24% • Dipendenza parziale 53% • Afasia 15% • Depressione psichica 32%

  21. MALATTIE CEREBRO-VASCOLARI FOCALI • INFARTO CEREBRALE 85 % • EMORRAGIA CEREBRALE 10 % • EMORRAGIA SUB-ARACNOIDEA 5 %

  22. MALATTIE CEREBRO-VASCOLARI FOCALI • INFARTO CEREBRALE 85 % • EMORRAGIA CEREBRALE 10 % • EMORRAGIA SUB-ARACNOIDEA 5 %

  23. 1: a. cerebrale anteriore 2: a. cerebrale media 3. a. corioidea anteriore 4. a. carotide interna 5. a. comunicante ant. 6. a. oftalmica 7. a. comunicante post. 8. a. carotide esterna 9. a. carotide comune 10. a. anonima 11. a. succlavia

  24. 1: a. cerebrale post. 2: a. cerebellare sup. 3. a. cerebellare inf.ant. 4. aa. troncali 5. a. basilare 6. a. cerebellare inf.post. 7. a. spinale anteriore 8. a. vertebrale 9. a. carotide interna 10. a. carotide esterna 12. a. anonima 13. A. succlavia 5

  25. 1 = ARCO AORTICO 2 = TRONCO ANONIMO 3 = CAROTIDE COM. DX 4 = SUCCLAVIA DX 5 = CAROTIDE COM. SN 6 = SUCCLAVIA SN 7 = VERTEBRALE DX 8 = VERTEBRALE SN 9 = CAROTIDE INT. DX 10= CAROTIDE INT. SN 11= BASILARE 1

  26. CEREBRALE • ANTERIORE • CEREBRALE • MEDIA

  27. CEREBRALE • ANTERIORE • CEREBRALE • MEDIA • CORIOIDEA • ANTERIORE • CEREBRALE • POSTERIORE

  28. CEREBRALE • ANTERIORE • CEREBRALE • MEDIA • CORIOIDEA • ANTERIORE • CEREBRALE • POSTERIORE

  29. CEREBRALE • MEDIA • CORIOIDEA • ANTERIORE • CEREBRALE • POSTERIORE • CEREBELLARE • ANTERO- • INFERIORE

  30. Patogenesi dell’ictus ischemico penombra infarto T E M P O

  31. Infarto cerebrale acuto (6 ore) con segni iniziali di sofferenza cerebrale: si nota una perdita dei contorni dei nuclei della base ed una tenue ipodensità

  32. Ipodensità più marcata e nettamente riconoscibile a 72 ore dall’evento

  33. SEGNO DELLA C.M. IPERDENSA NELLA FASE IPERACUTA DI UN ICTUS ISCHEMICO

  34. ISCHEMIA CEREBRALE - PATOGENESI .I • MECCANISMO STENO - OCCLUSIVO • tromboembolia aterosclerotica • embolia cardiogena • trombosi dei piccoli vasi arteriosi (lacune) • altre malattie vasali: • arteriti • displasia fibrosa • dissezione arteriosa • malattie ematologiche (Vaquez, Piastrinosi, Paraproteinemie, Coagulopatie, etc.)

  35. ISCHEMIA CEREBRALE - PATOGENESI .II • MECCANISMO EMODINAMICO • deficit di pompa (cardiaco) • furto • stenosi associate ad ipotensione • ALTRE CAUSE RARE • MELAS • Moya-moya • Ipoglicemia

  36. FREQUENZA DELLE PRINCIPALI CAUSE DI INFARTO CEREBRALE (Registro del Centro Ictus della Clinica Neurologica)

  37. MALATTIA CEREBROVASCOLARE ISCHEMICA FOCALE - CAUSE • TROMBOSI O EMBOLIA ARTERIA-ARTERIA DA MALATTIA STENO-OCCLUSIVA ATS DEI GROSSI VASI ARTERIOSI EMBOLIA CARDIOGENA MALATTIA ATS DEI PICCOLI VASI ARTERIOSI (SINDROMI LACUNARI) MECCANISMO EMODINAMICO MALATTIE EMATOLOGICHE ALTRE CAUSE CONCOMITANZA DI PIU’ CAUSE

  38. Infarto in fase acuta nel territorio della arteria cerebrale media di destra

  39. FATTORI DI RISCHIO PER ATEROSCLEROSI • ETA’ • IPERTENSIONE ARTERIOSA • DIABETE MELLITO • DISLIPIDEMIA • FUMO • IPEROMOCISTEINEMIA • MALATTIE GENETICHE (Dislipidemie familiari, Trombofilie genetiche, Malattia di Fabry, Omocistinuria, etc.)

  40. MALATTIA CEREBROVASCOLARE ISCHEMICA FOCALE - CAUSE • TROMBOSI O EMBOLIA ARTERIA-ARTERIA DA MALATTIA STENO-OCCLUSIVA ATS DEI GROSSI VASI ARTERIOSI • EMBOLIA CARDIOGENA • MALATTIA ATS DEI PICCOLI VASI ARTERIOSI (SINDROMI LACUNARI) • MECCANISMO EMODINAMICO • MALATTIE EMATOLOGICHE • ALTRE CAUSE • CONCOMITANZA DI PIU’ CAUSE