Download
progetto dimostratore novara wi pie linea 6 n.
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Progetto “Dimostratore Novara” Wi-Pie – Linea 6 PowerPoint Presentation
Download Presentation
Progetto “Dimostratore Novara” Wi-Pie – Linea 6

Progetto “Dimostratore Novara” Wi-Pie – Linea 6

128 Vues Download Presentation
Télécharger la présentation

Progetto “Dimostratore Novara” Wi-Pie – Linea 6

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. Progetto “Dimostratore Novara”Wi-Pie – Linea 6 Giuliana Franceschinis, Roberto Pinna, Silvio Colombaro, Davide Casella e con la collaborazione di Paola Giannini, Daniele Theseider Dupré Dip. di Informatica, Univ. del Piemonte Orientale Villa Gualino Torino, 18 marzo 2008

  2. Sommario • Ruolo del DipartimentodiInformaticadell’Univ. del Piemonte Orientale (DI-UPO) nelprogetto • I risultati: • Lezionimultimediali on-line, supporto a distanza per studenti • Prototipodisistema per video-collaborazioneconfigurabile (integrato in Moodle) • Interoperabilità • Considerazioni conclusive Villa Gualino, Torino, 18 marzo 2008

  3. Ruolo del DI-UPOnel progetto • Porta precedenti esperienze sull’e-learning: sviluppo di strumenti e sperimentazioni (in particolare sul territorio novarese) • Impegnato in particolare sul WP3: Ambienti di Virtual Classroom(capaci di sfruttare le opportunità offerte dalla banda larga) • Sperimentazione dell’interoperabilità fra piattaforme di e-learning (opensource utilizzate dagli attori del progetto: Moodle, Docebo Villa Gualino, Torino, 18 marzo 2008

  4. I risultati (1/2) (WP3: dimostratore Virtual Classroom) • Sviluppo contenuti (fruibili a distanza): • Lezioni registrate • Podcast • Streaming • Formati per iPod, smart phone, ecc. • Materiale didattico in formato SCORM (Infolearning) Villa Gualino, Torino, 18 marzo 2008

  5. I risultati (2/2) (WP3: dimostratore Virtual Classroom) • Video-collaborazione a distanza • Sviluppate due versioni di uno strumento configurabile (audio, video, lavagna condivisa, presentazioni condivise) • Integrazione dello strumento in Moodle • Applicazioni di test • Tele-ricevimento studenti (da casa o da ITI Fauser) • Tele-lezioni di medicina Villa Gualino, Torino, 18 marzo 2008

  6. Lavori in corso: interoperabilità • Accesso ad aule virtuali comuni da diverse piattaforme • Accesso a repository condivisi di materiale multimediale Sperimentazione con Moodle (UPO) e Docebo (ITI fauser) Villa Gualino, Torino, 18 marzo 2008

  7. Sviluppo contenutiper lezioni on-demand • Corsi selezionati • Programmazione ad Oggetti: modulo SCORM (realizzato in collaborazione con Infolearning s.r.l.) • Linguaggi avanzati: lezioni registrate; combinazione di slideshow Power Point, lavagna e un ambiente di sviluppo per gli esercizi (realizzato con il supporto dei borsisti che collaborano al progetto). Sono in preparazione esercizi interattivi in standard SCORM • Esperimenti su altri corsi: Sistemi Operativi II, Laboratorio di Reti, Reti di Calcolatori II Villa Gualino, Torino, 18 marzo 2008

  8. Registrazione di lezioni:prodotti analizzati Commerciali • Blueberry BBFlashBack 1.5.4 • DeskShare My Screen Recorder Pro 2.46 • Qarbon ViewletCam 1.71 • TechSmith Camtasia Studio 4 • Adobe Captivate 2 • Bemard D&G TurboDemo 7.5 Professional • Tanida DemoBuilder 5.10 Open source • Wink 2.0 • CamStudio 2.0 Villa Gualino, Torino, 18 marzo 2008

  9. Camtasia studio 4(caratteristiche distintive) • Ricca scelta di formati di output:Swf+Flv, Avi, Wmv, Mov, iPod (h.264), Rm, Gif, Mp3 • Registrazione da telecamera o scheda di acquisizione video • Sovrapposizione clip video (Picture in Picure) • Inserimento questionari SCORM 1.2 e SCORM 2004 • Editor Audio • Facilità d’Uso Villa Gualino, Torino, 18 marzo 2008

  10. Registrazione di lezioni: modalità sperimentate • (1) Senza supporto da parte del docente • Con supporto da parte del docente • (2) Lezione tradizionale predisposta per la registrazione (con/senza supporto tecnico) • (3) Lezione dedicata alla registrazione per fruizione on-demand • Modalità 1: UltraVNC + Camtasia + Microfono e WebCam • Modalità 2-3: Camtasia + Microfono (+ tavolettagrafica) • Prodottofinito: Audio e Slides sincronizzati + Table of Content + PIP video docente (sincronizzato con Audio e Slides) • Definite lineeguida, inclusive disuggerimenti • sull’impostazionedeglistrumenti

  11. Registrazione di lezioni: formati di output PC (flash o streaming) IPOD Mpeg4 PDA PHONE SMART PHONE (Video in locale o streaming) MP3 PLAYER Villa Gualino, Torino, 18 marzo 2008

  12. Video-collaborazione:sviluppo e sperimentazione (http://www.di.unipmn.it/tel) Moodlemoot’07, Reggio Emilia, Marzo 2007 Villa Gualino, Torino, 18 marzo 2008

  13. Video-collaborazione: funzioni principali • Crea un’aula virtuale ricca di strumenti utili all’apprendimento e la coordinazione a distanza • Basato su Flash • Disponibile Windows, Linux e MacOSX • Ottimizzato per AS 2.0 • Integra strumenti di • video conferenza • disegno • visualizzazione di presentazioni Villa Gualino, Torino, 18 marzo 2008

  14. Video-collaborazione: visione d’insieme • Videoconferenza • Multi utente • Esclusione studenti e docenti • Zoom box • Eliminare audio, video o entrambi • Risoluzione e banda utilizzata variabile • Chat • Colori multipli • People list • Esclusione studenti e docenti Villa Gualino, Torino, 18 marzo 2008

  15. Video-collaborazione: Whiteboard & Slideshow • WhiteBoard: • Matita • Freccia • Rettangolo ( pieno e vuoto ) • Ellisse/cerchio ( pieno e vuoto ) • Evidenziatore • Casella di testo • Fino a sette lavagne condivise in contemporanea • Possibilità di muovere gli oggetti (drag and drop) • SlideShow: • Movimento tra le slide condiviso • Chiusura e apertura di slide in modo condiviso • Presentazioni convertite da i più comuni formati ( PDF, PowerPoint, WORD, EXCEL, OpenOffice, ecc...) Villa Gualino, Torino, 18 marzo 2008

  16. Integrazione in Moodle (1/2) By Bobo • Introdotta una nuova risorsa in Moodle (FlashMeeting) • Configurabile in ogni sua componente • Possibilità di scegliere il server di collegamento • Interoperabilità – Multi piattaforma • Slide upload e possibilità di usare link internet direttamente o path locali Villa Gualino, Torino, 18 marzo 2008

  17. Integrazione in Moodle (2/2) • Alcuni preset per facilitare la scelta della configurazione • Scelta dei server di collegamento come preset impostati dall’amministratore Villa Gualino, Torino, 18 marzo 2008

  18. Verso uno strumento Open Source: Meeting Point • Server RED 5 • Progetto “Open Source” http://osflash.org/red5 • Java (ver. 6 Open Source) • Streaming e RPC • Adobe Flash Player (client) • Diffusione quasi totale • Multipiattaforma • Moodle • Piattaforma di e-learning Presentato a: UniMoodle’07, Genova, Ottobre 2007 Villa Gualino, Torino, 18 marzo 2008

  19. Verso l’Open Source • Red5 non ha vincoli legati ad una licenza • Implementa il protocollo RTMP (Real Time Messaging Protocol) usato da Flash Media Server per lo scambio dei messaggi con i client • Implementa il protocollo RTMPT (RTMP Tunneled) che permette di far passare il flusso di dati attraverso un firewall • Permette lo scambio di flussi audio/video con i client (Flash Player) • Gestisce i meccanismi di base per l’implementazione delle risorse condivise o Shared Object (oggetti condivisi da tutti i client e sincronizzati al variare di un valore) Villa Gualino, Torino, 18 marzo 2008

  20. MeetingPoint • Le applicazioni lato server sono scritte in Java • Possibilità di strutturare il codice e creare complesse architetture modellate con gli oggetti • Modularità intrinseca nel linguaggio Java • Framework ricco e performante (compilazione parziale del codice) Villa Gualino, Torino, 18 marzo 2008

  21. Architettura più modulare e O.O. • Basata su un Core centrale che gestisce I/0 e la connettività dei singoli componenti (speculare alla struttura lato server) • Astrae i meccanismi di connessione e di interfacciamento ai dispositivi, componenti, finestre e files • Modulare e espandibile • Configurabile dinamicamente (per installare un’applicazione basta editare un file xml Villa Gualino, Torino, 18 marzo 2008

  22. Schema dell’architettura Com 1 Com 2 Com 3 Com 1 Com 2 Com 3 Record com 3 Record com 3 core core Com 3 OK Flash Player Red5 Client Server Villa Gualino, Torino, 18 marzo 2008

  23. MeetingPoint: visione d’insieme Villa Gualino, Torino, 18 marzo 2008

  24. Nuova interfaccia grafica • Sistema a finestre (come windows) • Ispirato a Breeze (sistema commerciale della Adobe) • Di facile utilizzo • Gradevole alla vista • Funzionalità di base: • Resize • Massimizzazione/Restore • Riduzione ad icona • Trasparenze • Stili dinamici • Menu del componente Villa Gualino, Torino, 18 marzo 2008

  25. Nuova interfaccia grafica • Gestione degli errori • Barra delle applicazioni attive • Barra di avvio Villa Gualino, Torino, 18 marzo 2008

  26. Sviluppi futuri • Progetto su SourceForge • Possibilità di usare Flex ( linguaggio di programmazione dell’Adobe rilasciato con licenza GPL ) per l’interfaccia grafica lato client in modo da uniformare le licenze server e client • Flex è stato pensato per la realizzazione delle Rich Internet Applications • Progettazione e stesura della relativa documentazione delle API che permetteranno l'integrazione di nuovi componenti • La nuova integrazione in Moodle che passera dall’attuale struttura a “Risorsa” alla più flessibile struttura a “Modulo” Villa Gualino, Torino, 18 marzo 2008

  27. Applicazioni • Tele-ricevimento studenti (tutorato on-line) • Lezioni remote (dall’ospedale di Novara, Facoltà di Medicina, verso vari ospedali piemontesi) … • Riunioni di progetto Villa Gualino, Torino, 18 marzo 2008

  28. Collaborazioni con altri progetti • Meeting Point come framework nel progetto: “La domotica come strumento di pari opportunità per anziani e disabili” (Dipartimento di Informatica & Infolearning srl) • Realizzazione di un gioco di carte condiviso • Audio video dei partecipanti • Tavolo di gioco condiviso • Installato su un sistema Linux Embedded Villa Gualino, Torino, 18 marzo 2008

  29. Collaborazioni con altri progetti • Sviluppo in collaborazione con l’Univeristà di Modena e Reggio Emilia per le attività del loro Centro E-learning di Ateneo Villa Gualino, Torino, 18 marzo 2008

  30. Docebo Moodle Client Client Client Server FMS Interoperabilità • Modalità per la realizzazione dell’interoperabilità di Flash Meeting tra Moodle e Docebo: • Utile per seminari di interesse comune, attività di orientamento, ecc. Villa Gualino, Torino, 18 marzo 2008

  31. Considerazioni conclusive • Risultati raggiunti: • Sperimentati metodi per la produzione di materiale didattico multimediale fruibile on-demand: definite linee guida per produzione in tempi ragionevoli, prodotti diversi formati di output • Affiancamento utenti con tutor contattabili (nel contesto degli strumenti di comunicazione integrati nel LMS) • Aggancio di quiz di autovalutazione o altro materiale per autoapprendimento in formato SCORM • Realizzato uno strumento per video-collaborazione per tutorato on-line o conferenze/lezioni a distanza • Sperimentato strumento video-collaborazione in lezioni di medicina (via rete WiPie) Sede CSP, Torino,12 giugno 2007