Download
slide1 n.
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
LE ENERGIE RINNOVABILI PowerPoint Presentation
Download Presentation
LE ENERGIE RINNOVABILI

LE ENERGIE RINNOVABILI

1434 Vues Download Presentation
Télécharger la présentation

LE ENERGIE RINNOVABILI

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. LE ENERGIE RINNOVABILI Le energie rinnovabili sono: Eolica Solare Idroelettrica Geotermica Biomassa

  2. ENERGIA EOLICA L'energia eolica è il prodotto della conversione della energia cinetica del vento in energia elettrica.

  3. SVANTAGGI VANTAGGI Gli aspetti negativi delle turbine eoliche sono diversi: L'impatto ambientale, infatti questo problema è stato molto rivalutato in questi anni ed è un disincentivo alla produzione di questo tipo di energiaIl vento , come anche il sole;non fornisce energia continuativa ed omogeneamente,inoltre la produzione non può essere regolata in base alla richiesta energetica, almeno finché non saranno sviluppate tecnologie di immagazzinamento sfruttabili e convenienti. Il vento presenta una limitata intensità energetica, per tale motivo gli impianti si presentano ingombranti. I vantaggi sono: energia inesauribile. Infatti L’energia prodotta da una turbina è di gran lunga superiore a quella che è servita per produrla.Impianti semplici, silenziosi Ideale per aree isolate e prive di altre risorse (purchè presenza di vento) Costi contenuti. Produzione di energia da immettere direttamente sulla rete locale. Disponibilità di potenza direttamente vicino ai centri di carico locali. Emissioni inquinanti evitate.

  4. IMPIANTI Esistono impianti in Canada, Stati Uniti, Belgio, Olanda, Germania, Danimarca. La Svezia,che aveva deciso di smantellare 12 centrali nucleari entro il 2001, ha impostato un nuovo piano che prevede la realizzazione di 300 centrali. In Italia l'installazione di generatori eolici attraversa una fase ancora sperimentale. Le zone giudicate interessanti per eventuali installazioni sono: alcune zone appenniniche, le fasce costiere delle regioni meridionali, le isole del basso Tirreno e Pantelleria. home

  5. ENERGIA SOLARE L'energia che deriva dai raggi del sole al suolo costituisce un grande serbatoio di energia pulita, rinnovabile e a costo zero, ma non tutta la superficie terrestre risulta irraggiata allo stesso modo, per cui questa fonte può essere sfruttata soprattutto in alcune zone , corrispondente alle regioni comprese tra il 45° di latitudine nord e sud.

  6. USI ACQUA CALDA CONVERSIONE FOTOVOLTAICA Il calore del solepuò essere sfruttato per la produzione di acqua calda: o a bassa temperatura, nei mini-impianti familiari; o ad alta temperatura, per produrre vapore che mette in funzione una turbina per la produzione di energia elettrica, nelle centrali termiche. La tecnologia più utilizzata per produrre energie elettrica è quella della conversione fotovoltaica. Centrali elettriche che si alimentano grazie all'energia solare sono già in funzione in diverse parti del mondo, ma la quantità di energia che esse producono costituisce una quota irrisoria, rispetto alla produzione mondiale complessiva di energia elettrica.

  7. IMPIANTI Il più grande impianto in esercizio è situato in California, presso Los Angeles, che, con i suoi 118 pannelli di grandi dimensioni, può generare fino a 10mila kW di elettricità. In Europa, la più grande centrale fotovoltaica si trova ai piedi del Gargano in Puglia, su un area di 4000 mq. home

  8. ENERGIA IDROELETTRICA L'energia idroelettrica è l'energia che si ottiene dallo sfruttamento dell'energia prodotta dal moto di una massa d'acqua

  9. VANTAGGI SVANTAGGI VANTAGGII vantaggi dell'energia idroelettrica sono principalmente due e uno di questi deriva dal fatto che questa energia è ricavata da una fonte rinnovabile, cioè l’acqua. Questo tipo d'energia, a differenza di molte altre, quale quella termoelettrica, è pulita. SVANTAGGI Lo svantaggio più evidente riguarda l’impatto ambientale. Costruendo dighe e centrali si rischia moltissimo di danneggiare l’habitat circostante. Un altro svantaggio è l’estetica;le strutture, che normalmente siamo abituati a trovare in città, quando vengono inserite nella natura, stonano

  10. DIFFUSIONE L'energia idroelettrica è l'unica energia rinnovabile che viene utilizzata su larga scala e la sua produzione mondiale è cresciuta dal 14.5% del 1986 al 20% del 1992.

  11. NEI PVS L’energia idroelettrica è una fonte di energia pulita utilizzata nell' attività umana ;è oggi impiegata sia nei paesi industrializzati sia in quelli più poveri. In questi ultimi l’energia idroelettrica rappresenta quasi l’unica fonte di energia, poiché questi paesi non possiedono né possono importare i costosi combustibili fossili. home

  12. ENERGIA GEOTERMICA L'energia geotermica è l'energia termica accumulata nel sottosuolo.Si possono sfruttare i geyser e i soffioni.

  13. CONDIZIONE AMBIENTALE La temperatura della Terra aumenta di circa un grado ogni 30 metri di profondità. Nelle zone geologicamente attive, come quelle vulcaniche, aumenta ancora più velocemente. Come per altre fonti cosiddette alternative, il recupero e l'utilizzazione del calore che si trova nella crosta terrestre ha assunto maggiore importanza in seguito all'esigenza di trovare nuove fonti di energia.

  14. MOTIVI USO LOCALE Quella geotermica è una fonte energetica continua e indipendente da condizionamenti climatici, ma essendo difficilmente trasportabile, è utilizzata per usi prevalentemente locali. home

  15. LE BIOMASSE Gli scarti agricoli, il legno, materiali vegetali e liquami costituiscono la biomassa che rappresenta per l’uomo un’importante riserva di energia rinnovabile. La biomassa è l'accumulo di parte dell'energia proveniente dai raggi solari sotto forma di massa vegetale.

  16. ORIGINE Le biomasse hanno origini differenti: da boschi e foreste naturali, da piante coltivate appositamente per la produzione di energia, dai residui di produzioni destinate all'alimentazione umana o animale, da rifiuti organici.

  17. CONVERSIONE Le biomasse possono essere convertite in combustibili di vario tipo attraverso tre principali sistemi: la gassificazione che consiste nel sottoporre le biomasse a processi di fermentazione anaerobica; la conversione biologica ad alcoli; la combustione diretta: il calore prodotto può essere convertito in energia elettrica. home

  18. L'impatto ambientale è un grosso disincentivo all'istallazione di questo genere di impianti. Infatti i luoghi più ventosi risultano essere le cime ed i pendii di colline e montagne, spesso luoghi dove la natura viene protetta e dove risultano visibili anche da grande distanza, inoltre generano un discreto inquinamento acustico, che in potrebbe influenzare la vita degli animali presenti. Attualmente le turbine eoliche ad alta tecnologia sono molto silenziose. Si è calcolato che, ad una distanza superiore a circa 200 metri, il rumore della rotazione dovuto alle pale del rotore si confonde completamente col rumore del vento che attraversa la vegetazione. L'inquinamento acustico potenziale delle turbine eoliche è legato a due tipi di rumori: quello meccanico proveniente dal generatore e quello aerodinamico proveniente dalle pale del rotore.

  19. Il vento analogamente al sole e differentemente dalle fonti di energia convenzionali, come il nucleare o le biomasse, non fornisce energia continuativa ed omogeneamente, soprattutto non può essere controllata e adattata alla richiesta di energia, almeno finché non saranno sviluppate tecnologie di immagazzinamento sfruttabili e convenienti.

  20. Lo svantaggio più evidente riguarda l'impatto ambientale. Con la costruzione di dighe o di centrali il rischio di un cambiamento dell'habitat è elevato; prima di iniziare tali costruzioni, infatti, gli addetti hanno l'importante compito di valutare tutte le possibili conseguenze. Tra le più importanti ed evidenti c'è il fatto che zone in cui è normalmente presente uno scorrimento continuo d'acqua, possono trasformarsi in zone quasi paludose o con un minore scorrimento d'acqua, come può avvenire ai piedi di bacini. Per evitare danni, l'uomo deve anche garantire una portata minima d'acqua, ond'evitare secche che potrebbero recare danni all'ambiente. Questi svantaggi possono però essere risolti attraverso un lavoro di rimboscamento e/o di ripopolamento animale, o attraverso la creazione di riserve naturali, come avviene già da tempo in Canada.

  21. la gassificazione, che consiste nel sottoporre le biomasse a processi di fermentazione anaerobica, dai quali si ottiene il biogas, una miscela di metano e anidride carbonica;

  22. la conversione biologica ad alcoli: l'amido viene demolito a glucosio e poi sottoposto all'azione di microrganismi, che operano la fermentazione alcolica; l'alcol è un ottimo carburante, ed è meno inquinante dei derivati del petrolio;

  23. la combustione diretta: il calore prodotto può essere convertito in energia elettrica.