Capitolo 6 - PowerPoint PPT Presentation

capitolo 6 n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Capitolo 6 PowerPoint Presentation
play fullscreen
1 / 20
Capitolo 6
199 Views
Download Presentation
gino
Download Presentation

Capitolo 6

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. Capitolo 6 La produzione

  2. La tecnologia • Il Processo di Produzione • Combinazione di fattori della produzione (inputs) per ottenere un prodotto (output) • Fattori della produzione • Lavoro • Materie prime • Capitale

  3. La tecnologia • La Funzione della produzione: • Indica la quantità massima di output che un’impresa può produrre per ogni specifica combinazione di inputs, dato lo stato della tecnologia. • La funzione di produzione con due fattori variabili è: Q = F(K,L) Q = Output, K = Capitale, L = Lavoro per una data tecnologia

  4. Breve e lungo periodo • Il breve periodo: • Il periodo di tempo nel quale le quantità di uno o più fattori di produzione non possono essere variati • Tali fattori prendono il nome di fattori fissi. Il lungo periodo • Periodo di tempo nel quale tutti i fattori di produzione possono essere considerati variabili

  5. Produzione conun fattore variabile (Lavoro) Ammontare Ammontare Produzione Prodotto Prodotto di Lavoro (L) di Capitale (K) Totale (Q) Medio (PM) Marginale (PMgL’) 0 10 0 --- --- 1 10 10 10 10 2 10 30 15 20 3 10 60 20 30 4 10 80 20 20 5 10 95 19 15 6 10 108 18 13 7 10 112 16 4 8 10 112 14 0 9 10 108 12 -4 10 10 100 10 -8

  6. Produzione conun fattore variabile (Lavoro) • Osservazioni: 1) Aumentando i lavoratori, l’output (Q) aumenta, raggiunge un massimo e poi diminuisce. • Il prodotto medio del lavoro (PM), o output per lavoratore, aumenta per poi diminuire.

  7. Produzione conun fattore variabile (Lavoro) 3) Il prodotto marginale del lavoro (P’L) all’inizio aumenta rapidamente e poi diminuisce fino a diventare negativo.

  8. D Prodotto totale C A: pendenza della tangente = PMgL (20) B: pendenza di OB = PM (20) C: pendenza di OC= PMgL & PM B A Produzione conun fattore variabile (Lavoro) Quantità 112 60 Lavoro 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10

  9. A sinistra di E: PMg > PM & PM è crescente A destra di E: PMg < PM & PM è decrescente E: PMg = PM & PM raggiunge il suo massimo Prodotto Marginale E Prodotto Medio Produzione conun fattore variabile (Lavoro) P’, PM 30 20 10 Lavoro 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10

  10. PM = pendenza della retta che parte dall’origine ed interseca un punto sulla PT, rette b, & c. • PMg = pendenza della retta tangente ad un qualunque punto sulla PT, rette a & c. Produzione conun fattore variabile (Lavoro) Output D P’ PM 112 30 C E 20 60 B 10 A Lavoro Lavoro 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 1 10 9 0 2 3 4 5 6 7 8

  11. C B O3 A O2 O1 Gli effetti del progresso tecnologico Output 100 50 Lavoro 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10

  12. Isoquanti • Isoquanti • Curve che mostrano tutte le possibili combinazioni di inputs che permettono di ottenere lo stesso livello di produzione.

  13. La funzione di produzione del cibo Lavoro 1 20 40 55 65 75 2 40 60 75 85 90 3 55 75 90 100 105 4 65 85 100 110 115 5 75 90 105 115 120 Capitale 1 2 3 4 5

  14. Produzione con due fattori variabili (L,K) Capitale Mappa di isoquanti E 5 4 3 A B C 2 Q3 = 90 D Q2 = 75 1 Q1 = 55 1 2 3 4 5 Lavoro

  15. Produzione con due fattori variabili (L,K) • Il saggio marginale tecnico di sostituzione è uguale a :

  16. 2 1 1 1 Q3 =90 2/3 1 1/3 Q2 =75 1 Q1 =55 Produzione con due fattori variabili (L,K) Capitale 5 Gli isoquanti sono decrescenti e convessi 4 3 2 1 Lavoro 1 2 3 4 5

  17. A B C Q1 Q2 Q3 Isoquanti con fattori perfettamente sostituibili Capitale SMTS costante Lavoro

  18. Q3 C Q2 B Q1 K1 A L1 Funzione di produzione a coefficienti fissi Capitale Non è possibile alcuna sostituzione tra i fattori Lavoro

  19. I rendimenti di scala • Misurano la relazione che esiste tra la variazione della quantità prodotta e la variazione dell’impiego di tutti i fattori produttivi 1) Rendimenti crescenti di scala: raddoppiando l’impiego di tutti i fattori produttivi la quantità prodotta aumenta più del doppio

  20. I rendimenti di scala 2) rendimenti costanti di scala: raddoppiando l’impiego di tutti i fattori produttivi la quantità prodotta aumenta del doppio 3) rendimenti decrescenti di scala: raddoppiando l’impiego di tutti i fattori produttivi la quantità prodotta aumenta meno del doppio