Download
slide1 n.
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Turismo Sostenibile ed Ecoturismo PowerPoint Presentation
Download Presentation
Turismo Sostenibile ed Ecoturismo

Turismo Sostenibile ed Ecoturismo

421 Vues Download Presentation
Télécharger la présentation

Turismo Sostenibile ed Ecoturismo

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. Turismo Sostenibile ed Ecoturismo Dipositive ed allegati sono scaricabili all’indirizzo internet: dispense.idratools.org

  2. Cambia il turista. Cambia il ruolo delle Agenzie. Turismo sostenibile ed ecoturismo sono prodotti che devono essere conosciuto Dobbiamo potere parlare con questa fascia di mercato Turismo sostenibile ed ecoturismo All. 1

  3. 2000 - 2020 Reid R.K. Air Pacifica Island. / World Resource Institute Turismo sostenibile ed ecoturismo

  4. Tasso di crescita turismo 2000 - 2020: 4,3% Ecoturismo: + 15% Reid R.K. Air Pacifica Island. 50 milioni di arrivi per ecoturismo (2000). Turismo natura +20%. World Resource Institute 7% turisti americani hanno fatto un’esperienza di ecoturismo 30% intendondevano farla nei tre anni successivi. (43 mil.) U.S. Data Travel Service (1992) Turismo sostenibile ed ecoturismo

  5. Affari Balneare / leisure Sostenibile Qualità ambientale Turismo Rurale Natura Ecoturismo Culturale Turismo sostenibile ed ecoturismo

  6. Turismo sostenibile: • basato sui principi della sostenibilità • Ecoturismo: • turismo in ambiente naturale Turismo sostenibile ed ecoturismo

  7. Turismo e ambiente Senza il turismo moderno molte località non avrebbero una affluenza così alta. Ma non c’è dubbio che il turismo abbia anche un lato negativo per l’ambiente.Spesso dalle vacanze si portano dietro ricordi di spiagge circondate dal cemento e rifiuti sparsi ovunque. Una situazione che diminuisce la fama del turismo come “industria bianca”. Le nuove tendenze sono verso un turismo leggero, amico dell’ambiente. Anche i più accesi fautori della conservazione vedono ora l’industria delle vacanze sotto una luce migliore. Arnold Wünschmann, esperto di protezione degli animali al WWF riconosce che senza i turisti dei viaggi organizzati non si sarebbero salvati i gorilla delle montagne in Uganda, i rinoceronti in Namibia, le tigri in India. Turismo sostenibile ed ecoturismo

  8. Turismo e ambiente Der Spiegel riconosce in un suo articolo che l’industria turistica può diventare una agenzia mondiale di protezione della natura. Non tutti gli operatori sono consapevoli del fatto che per assicurare la futura competitività del turismo è fondamentale non sfruttare la materia prima - paesaggio e risorse naturali come aria, acqua, suolo ed energia - per non parlare della popolazione. In altre parole, gestire il turismo in maniera sostenibile. La chiave al turismo di qualità con un futuro perseguibile, passa attraverso l’integrazione della protezione dell’ambiente negli elementi dell’offerta turistica. Turismo sostenibile ed ecoturismo

  9. “Rapporto Brundtland(1)” o “Our Common Future” (1987) “… sviluppo sostenibile è quello che soddisfa le necessità delle generazioni presenti senza compromettere le capacità delle generazioni future di soddisfare le loro proprie necessità”. (1) Commissione Mondiale sull’Ambiente e sullo Sviluppo dell’ONU Turismo sostenibile ed ecoturismo

  10. OMT (1988) “Lo sviluppo sostenibile del turismo va incontro ai bisogni dei turisti e delle aree ospitanti attuali ed allo stesso tempo protegge e migliora le opportunità per il futuro. Esso deve essere il principio guida per una gestione delle risorse tale che i bisogni economici, sociali ed estetici possano essere soddisfatti e contemporaneamente possano essere preservatil’integrità culturale, gli equilibri fondamentali della natura, la biodiversità e il sostegno al miglioramento della qualità della vita”. Turismo sostenibile ed ecoturismo

  11. Agenda 21 per l’industria del turismo: verso uno sviluppo sostenibile. (Summit di Rio 1992) • Il turismo deve contribuire alla conservazione, alla protezione e al ripristino degli ecosistemi della terra. • I viaggi e il turismo devono basarsi su modelli di produzione e consumo sostenibili. • Lo sviluppo turistico deve riconoscere e appoggiare l’identità, la cultura, gli interessi delle popolazioni locali. • World Tourism and Travel Council (WTTC); OMT; Earth Council. Turismo sostenibile ed ecoturismo All. 2

  12. Conferenza del Turismo Sostenibile. Lanzarote (1995) Importanza del turismo come fenomeno ambivalente, capace di contribuire in maniera positiva ai traguardi socioeconomici e culturali, ma allo stesso tempo di concorrere al degrado dell’ambiente e alla perdita d’identità locale; è per questi motivi che il turismo deve essere affrontato con un approccio globale. Soddisfazione delle attese economiche e dei requisiti ambientali, rispettando la struttura sociale e fisica di un luogo e chi lo abita. Azione prioritaria la difesa della dignità umana delle comunità locali, rafforzando le relazioni con i visitatori. Turismo sostenibile ed ecoturismo

  13. Turismo sostenibile Le basi scientifiche del "turismo sostenibile"sono le basi stesse della teoria ecologico-economica della sostenibilità. Per introdurre il concetto di sostenibilità è utile partire dalle teorie dell’economia in stato stazionario formulate da Herman Daly. Turismo sostenibile ed ecoturismo

  14. Turismo sostenibile Per fare un’analogia: uno stivaggio appropriato distribuisce il peso nel battello in modo ottimale, così da massimizzare il carico trasportato. Ma c’è ancora un limite assoluto a quanto peso un battello possa trasportare, anche se questo è sistemato in modo ottimale. Turismo sostenibile ed ecoturismo

  15. Turismo sostenibile Le nuove teorie dello sviluppo sostenibile e dell’"eco-economia" ci pongono ora davanti un nuovo paradigma: non più un’economia basata su due parametri, il lavoro e il capitale, ma un’economia ecologica che riconosce l’esistenza di tre parametri, il lavoro, il "capitale naturale" e il "capitale prodotto dall’uomo". Intendendo per capitale naturale l’insieme dei sistemi naturali (mari, fiumi, laghi, foreste, flora, fauna, territorio), ma anche i prodotti agricoli, i prodotti della pesca, della caccia e della raccolta e il patrimonio artistico-culturale presente nel territorio. Turismo sostenibile ed ecoturismo

  16. Turismo sostenibile Per la gestione delle risorse rinnovabili ci sono due ovvi principi di sviluppo sostenibile. Il primo è che la velocità del prelievo dovrebbe essere pari alla velocità di rigenerazione (rendimento sostenibile). Il secondo, che la velocità di produzione dei rifiuti dovrebbe essere uguale alle capacità naturali di assorbimento da parte degli ecosistemi in cui i rifiuti vengono emessi. Le capacità di rigenerazione e di assorbimento debbono essere trattate come capitale naturale, e il fallimento nel mantenere queste capacità deve essere considerato come consumo del capitale e perciò non sostenibile. Turismo sostenibile ed ecoturismo

  17. Turismo sostenibile Oggi stiamo vivendo la transizione da un’economia da "mondo vuoto" a un’economia da "mondo pieno": in questa seconda fase l’unica strada di sostenibilità passa dall’investire nella risorsa più scarsa, nel fattore limitante. Sviluppo sostenibile significa quindi investire nel capitale naturale e nella ricerca scientifica sui cicli biogeochimici globali che sono la base stessa della sostenibilità della biosfera. Turismo sostenibile ed ecoturismo

  18. Turismo sostenibile Il mondo sta passando da un’era in cui il fattore limitante era il capitale prodotto dall’uomo a un’era in cui il fattore limitante è quel che rimane del capitale naturale. Turismo sostenibile ed ecoturismo

  19. Turismo sostenibile Le due basi della sostenibilità sono da una parte la biodiversità, dall’altra un flusso armonico di energia e di materia. Queste leggi naturali generali, derivate dall’evoluzione biologica e dalla termodinamica, riguardano lo sviluppo sostenibile di ogni settore produttivo ed economico. Turismo sostenibile ed ecoturismo

  20. Turismo sostenibile In particolare, per quanto riguarda il turismo, ambedue le leggi vengono disattesese un eccessivo flusso turistico è concentrato nello spazio e nel tempo, e se, nell’economia di una zona, lo sviluppo turistico è l’unica fonte di reddito. Ogni forma di monocoltura, anche in economia, come in agricoltura, fa saltare gli equilibri e distrugge la sostenibilità, portando, in ultima analisi, anche a scompensi economici. Turismo sostenibile ed ecoturismo

  21. Turismo sostenibile La complessità della società in cui viviamo, le interrelazioni tra ecologia, economia e sviluppo sostenibile, hanno bisogno di una scienza, appunto, della complessità e non di rigidi paradigmi tecnocratici o meccanicisti: la complessità si governa con la complessità. Turismo sostenibile ed ecoturismo

  22. Turismo sostenibile Questo tipo di scienza, sistemica (e non sistematica) ed evolutiva, ha bisogno di valori etici ed estetici allo stesso tempo. Va accantonato l’assunto antiestetico, come ci ha insegnato Bateson, di una scienza che vede solo numeri e quantità e non accetta bellezza e qualità. Non esistono, ha scritto Pirandello, un’arte senza scienza e una scienza senza arte. Turismo sostenibile ed ecoturismo

  23. Turismo sostenibile Una città sostenibile è la conseguenza dell’applicazione di un turismo responsabile non solo dalla parte di chi acquista ma anche dalla parte di chi vende. Una città aperta a tutti, sicura, accessibile anche ai turisti con bisogni speciali (i bambini, gli anziani), Turismo sostenibile ed ecoturismo

  24. Turismo sostenibile Che tuteli l'ospite perché lo sa informare, lo sa accogliere, gli mette a disposizione una rete di servizi organizzata e funzionale (dai musei ai parcheggi) e di esercizi fruibili (il sistema degli orari), che trasmette un’immagine positiva. Queste caratteristiche possono essere trasformate in unicità, in elementi positivi che connotano luoghi e modi di lavorare dando un valore aggiunto al sistema ospitale. Turismo sostenibile ed ecoturismo

  25. Sviluppare la sostenibilità: il ruolo degli enti pubblici. • Leggi 217/83 e 35/2001: delega alle Regioni in materia di turismo • Azioni: • Definizione delle risorse economiche ed umane. • Definizione di politiche di lungo periodo • Controllo delle politiche. • Coinvolgimento e condivisione dei soggetti interessati. • Suddivisione del territorio in aree omogenee. Turismo sostenibile ed ecoturismo

  26. Sviluppare la sostenibilità: il ruolo degli enti pubblici. • Strumenti: • Misurazione: • Indici generali di pressione ambientale • Indici settoriali di pressione ambientale • Prevenzione e controllo: • Valutazione d’impatto ambientale • Valutazione Ambientale Strategica • Capacità di carico turistico Turismo sostenibile ed ecoturismo

  27. Sviluppare la sostenibilità: il ruolo degli enti pubblici. Strumenti. Indici settoriali di pressione ambientale • turisti/residenti. • turisti per più di una notte/residenti. • numero di turisti/kmq (in periodo normale e in alta stagione). • passeggeri/km percorsi dai turisti in relazione ai passeggeri/km totali, diviso per tipo di trasporto. Turismo sostenibile ed ecoturismo

  28. Sviluppare la sostenibilità: il ruolo degli enti pubblici. Strumenti Indicatori di pressione ambientale. • Inquinamento atmosferico: • Emissioni di Nox, NMVOC, S02, particolato, CO dovute al trasporto turistico. • Emissioni di Nox, NMVOC, S02, particolato, CO dovute alla produzione di energia per uso turistico. • Numero di camere con aria condizionata per albergo (emissioni di CFCS, HFC). • Numero di frigoriferi per albergo (emissioni di CFCS, HFC). Turismo sostenibile ed ecoturismo

  29. Sviluppare la sostenibilità: il ruolo degli enti pubblici. Strumenti Indicatori di pressione ambientale. • Perdita di biodiversità: • Percentuale di area occupata da strutture turistiche in relazione a determinate aree (es. aree sensibili come montagna e coste) • Area occupata da infrastrutture (strade, porti, ferrovie, aeroporti) in relazione all'area totale disponibile. • Numero di visitatori per kmq nelle aree protette • Area occupata da infrastrutture (strade, porti, ferrovie, aeroporti) in relazione all'area totale disponibile. • Numero di visitatori per kmq nelle aree protette Turismo sostenibile ed ecoturismo

  30. Sviluppare la sostenibilità: il ruolo degli enti pubblici. Strumenti Indicatori di pressione ambientale. • Alterazione dell'ambiente marino e costiero: • Percentuale di zone costiere occupate da strade, ferrovie, porti, aeroporti in relazione al totale di zone costiere esistenti. • Numero di barche approdate nei porti. • Quantità di rifiuti rilasciata dalle imbarcazioni in relazione al maggior numero di barche approdate durante la stagione turistica. • Numero di barche affittate dai turisti. Turismo sostenibile ed ecoturismo

  31. Sviluppare la sostenibilità: il ruolo degli enti pubblici. Strumenti Indicatori di pressione ambientale. • Consumo di risorse: • Prelievo di acqua dovuto alle attività turistiche in relazione al prelievo di acqua per consumi domestici, diviso per la disponibilità di acque superficiali e nel sottosuolo. • Consumo annuale di energia attribuibile alle attività turistiche. Turismo sostenibile ed ecoturismo

  32. Sviluppare la sostenibilità: il ruolo degli enti pubblici. Strumenti Indicatori di pressione ambientale. • Produzione di rifiuti: • Percentuale di rifiuti prodotta attribuibile al turismo • Percentuale di batterie nei rifiuti urbani durante la stagione turistica in relazione ad altri periodi dell'anno • Congestione da traffico/inquinamento acustico: • Intensità del traffico stradale/ferroviario/aereo/marittimo durante la stagione turistica, in relazione ad altri periodi dell'anno • Numero di discoteche all'aperto in aree turistiche urbane Turismo sostenibile ed ecoturismo

  33. Sviluppare la sostenibilità: il ruolo degli enti pubblici. Strumenti Indicatori di pressione ambientale. • Inquinamento idrico: • Acque di scarico attribuibili al turismo per tipo di trattamento. • Numero di barche che approdano nei porti. • Percentuale di sostanze organiche (BOD) rilasciate nelle acque di scarico attribuibili al turismo. • Percentuale di N e P rilasciati nelle acque di scarico attribuibili al turismo. Turismo sostenibile ed ecoturismo

  34. Sviluppare la sostenibilità: il ruolo degli enti pubblici. Prevenzione e controllo La Valutazione di Impatto Ambientale, comunemente detta VIA, ha lo scopo di individuare, descrivere e valutare, in via preventiva, l'impatto ambientale di determinati progetti pubblici o privati. Essa non è quindi da intendersi "strumento" necessario per verificare il rispetto di standard o per imporre nuovi vincoli, oltre quelli già operanti, ma come un "processo coordinato" per raggiungere un elevato grado di protezione ambientale, realizzando l'obiettivo di migliorare la qualità della vita, mantenere la varietà delle specie, e conservare la capacità di riproduzione dell'ecosistema in quanto risorsa essenziale. Turismo sostenibile ed ecoturismo All. 3

  35. Sviluppare la sostenibilità: il ruolo degli enti pubblici. Prevenzione e controllo La Valutazione Ambientale StrategicaVAS indaga quali risultati avranno sul territorio le scelte di pianificazione, quali modifiche introdurranno nell'ambiente e nella sua visibilità; immagina cosa produrranno nel lungo periodo le decisioni che si prendono oggi e di verificarne la sostenibilità. La VAS considera problemi su scala geografica ampia e si concentra sugli impatti strategici, cioè di lungo periodo, mentre la VIA tende a concentrarsi su uno specifico progetto rivolto a una località ben definita. Turismo sostenibile ed ecoturismo All. 4

  36. Sviluppare la sostenibilità: il ruolo degli enti pubblici. Prevenzione e controllo L'OMT definisce la capacità di carico turistico come: “Il numero massimo di persone che possono visitare contemporaneamente una destinazione turistica senza provocare danni ambientali, economici o socioculturali e senza ridurre eccessivamente la qualità dell'esperienza fruita dai visitatori”. Rappresenta “il massimo numero di turisti che una destinazione può sopportare (massimo livello d'uso), oltre il quale gli impatti si traducono in un danno (fisico, economico, sociale) netto”. • le dimensioni dell'area e lo spazio utilizzabile dal visitatore; • la fragilità dell'ecosistema; • le risorse naturali presenti (numero, diversità e distribuzione delle specie); • la topografia e la vegetazione; • il comportamento di alcuni animali rispetto ai visitatori; • la disponibilità di strutture; • l'opportunità di fruire delle risorse. Turismo sostenibile ed ecoturismo

  37. Sviluppare la sostenibilità: il ruolo dei privati. • Tour Operator: • Accordi di programma • Interventi di sensibilizzazione • Pacchetti • Strutture ricettive: • Sistemi di controllo e certificazione di qualità ambientale. • ONG. • Guide turistiche. Turismo sostenibile ed ecoturismo

  38. Sviluppare la sostenibilità: i Tour Operator. Strumenti • Definizione di linee guida condivise. • Diffusione di codici di condotta. • Donazioni filantropiche. • Supporto alla conservazione ed alla tutela delle comunità locali. • Offerta di pacchetti con partecipazione soggetti locali. • Preferenza ai fornitori locali. • Programmi di partnership e joint ventures con comunità locali. Turismo sostenibile ed ecoturismo

  39. Sviluppare la sostenibilità: i Tour Operator. Iniziativa UNEP (United Nations Environment Program) • Attività svolte in cooperazione con organizzazioni internazionali tra le quali WTO, UNESCO; associazioni imprenditoriali internazionali, organizzazioni non governative. • Integrazione del turismo negli accordi globali per il turismo sostenibile con strategie per integrarlo nei più generali obiettivi di sviluppo. • Cooperazione tra autorità pubbliche ed organizzazioni private. • http://www.unepie.org/pc/tourism/sust-tourism/home.htm Turismo sostenibile ed ecoturismo All. 5

  40. Sviluppare la sostenibilità: i Tour Operator. Iniziativa T.O. per sviluppo turismo sostenibile. • Associazione volontaria tra Tour Operators, UNEP, UNESCO, WTO, New York, aprile 1999. • 20 membri al gennaio 2001. • Anticipare e prevenire il degrado ambientale, sociale, culturale ed economico. • Riconosce che il turismo può contribuire alla efficienza dell’economia locale • Riconosce che il turismo può avere impatti negativi su ambiente, natura. Strutture sociali, cultura locale. • http://www.toinitiative.org/ Turismo sostenibile ed ecoturismo All. 6

  41. Sviluppare la sostenibilità: i Tour Operator. Iniziativa T.O. per sviluppo turismo sostenibile. • Impegni: • Essere conformi alle leggi ed ai regolamenti locali, nazionali, internazionali. • Migliorare le prestazioni nel contesto dello sviluppo e della gestione sostenibili del turismo. • Opporre e scoraggiare forme di turismo abusivo o illegale. • Gestione e controllo dell’impatto ambientale culturale e sociale delle attività. Turismo sostenibile ed ecoturismo All. 7

  42. Sviluppare la sostenibilità: i Tour Operator. Iniziativa T.O. per sviluppo turismo sostenibile. • Strumenti: • Uso responsabile risorse naturali. • Riduzione, misurazione, prevenzione di inquinamento e rifiuti. • Conservazione di piante, animali, ecosistemi, aree protette. • Conservazione dell’eredità paesaggistica, culturale, naturale. • Rispetto dell’integrità delle culture locali evitando effetti negativi sulle strutture sociali. • Coinvolgimento e cooperazione con comunità locali e popolazione. • Uso di prodotti e competenze locali. Turismo sostenibile ed ecoturismo All. 7

  43. Sviluppare la sostenibilità: i Tour Operator. Iniziativa T.O. per sviluppo turismo sostenibile. • Ed inoltre: • Coinvolgimento e cooperazione con partner, fornitori, autorità locali. • Promozione nella comunicazione di comportamenti ed attività compatibili con i principi dello sviluppo e della gestione sostenibili. Turismo sostenibile ed ecoturismo All. 7

  44. Sviluppare la sostenibilità: i Tour Operator. Carta di Rimini • Conferenza Internazionale per il Turismo Sostenibile(giugno 2001) • Obiettivo: sostenibilità del turismo nelle destinazioni di massa. • Raccomandazioni: • Promuovere il partenariato, specialmente tra enti pubblici e imprese, zone centrali e periferiche, per definire e suddividere responsabilità. • Promuovere e rafforzare la gestione e la pianificazione integrata e sostenibile. • Definire ed utilizzare strumenti di analisi a supporto delle decisioni di azione. Turismo sostenibile ed ecoturismo All. 8

  45. Sviluppare la sostenibilità: i Tour Operator. Carta di Rimini • Rafforzare le capacità dei governi locali affinchè siano in grado di svolgere il ruolo di formazione, diffusione di buone pratiche, coordinamento, marketing territoriale. • Attuare azioni sulla mobilità. • Promuovere alternative per ridurre il fenomeno della stagionalità. • Promuovere aiuti finanziari per qualificare in senso sostenibile. • Assicurare e promuovere una buona gestione ambientale e sociale nelle destinazioni e per le infrastrutture. • Rafforzare attività di comunicazione. Turismo sostenibile ed ecoturismo

  46. Sviluppare la sostenibilità: i Tour Operator. Accor Tour (estate 2000) • Informazioni sui danni causati dai turisti sulle spiagge e in immersioni. • Località: Mar Rosso. • Strumenti: • 25.000 depliant • affissioni negli hotel; • segnaletica nelle spiagge • Corsi di formazione interni per gestione delle risorse ambientali. Turismo sostenibile ed ecoturismo

  47. Sviluppare la sostenibilità: i Tour Operator. Studiosus Reisen • T.O. specializzato in viaggi d’istruzione. • Dichiarazione d’impegno con traguardi a breve termine: • Diminuzione del consumo di energia per trasporti. • Aumento del 3% del numero di biglietti treno e aereo attraverso migliore informazione sui cataloghi. • Aumento dell’utilizzo del treno per almeno cinque tour europei. • Ampliamento della campagna “Spegni il Motore” includendo altre dieci compagnie di pullman/anno. Turismo sostenibile ed ecoturismo

  48. Sviluppare la sostenibilità: i Tour Operator. British Airways Holidays. • Studio e valutazione dell’impatto ambientale dei propri prodotti: • Nomina di un coordinatore ambientale • Analisi del ciclo di vita dei prodotti “Seycelles” e “Santa Lucia” e Rapporto Finale relativo a: • Analisi input/output. • Giudizio degli impatti (inquinamento acqua, inquinamento aria, rumore, estetici/visivi, sfruttamento risorse naturali, impatto su cicli naturali. • Miglioramenti da apportare e fattibilità.Raccomandazioni per governo e turisti in speciali presentazioni e pubblicazioni. • Come effetto sviluppo di politica governativa di gestione rifiuti. Turismo sostenibile ed ecoturismo

  49. Sviluppare la sostenibilità: i Tour Operator. Viaggi del Ventaglio • Istituzione del Dipartimento “Turismo e Ambiente”. • Gestione energia, acqua e rifiuti nei villaggi. Venta Club Gran Dominicus sta preparando certificazione ambientale “Green Globe”. • Creazione di joint ventures con partner locali per miglioramento delle condizioni ambientali, sociali ed economiche. • Nel 1998 concessione di fondi al Ministero del Turismo della Repubblica Dominicana per danni causati dall’uragano George al villaggio di Bayahibe. Turismo sostenibile ed ecoturismo

  50. Sviluppare la sostenibilità: i Tour Operator. Orizzonti • Dall’inizio degli anni ‘90 contributo al W.W.F. e spazi gratuiti su cataloghi. • Dal 1997 programma “Attenzione per l’Ambiente” comprende: • Depliant informativi per clienti. • Liste di controllo per fornitori. 33 domande nelle sezioni “risparmio” e “inquinamento”. • Informazioni raccolte sono pubblicate nei cataloghi evidenziando con simboli le strutture che hanno attivato iniziative ecologiche. Turismo sostenibile ed ecoturismo