Il Servizio Civile Nazionale - PowerPoint PPT Presentation

il servizio civile nazionale n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Il Servizio Civile Nazionale PowerPoint Presentation
Download Presentation
Il Servizio Civile Nazionale

play fullscreen
1 / 14
Il Servizio Civile Nazionale
271 Views
Download Presentation
ashley
Download Presentation

Il Servizio Civile Nazionale

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. Il Servizio Civile Nazionale FORMAZIONE OPERATORI DEL SERVIZIO CIVILE

  2. Principi e finalità secondo la legge

  3. Modulo 2 Principi e finalità della legge Per una definizione di servizio civile Il servizio civile non è volontariato Appartiene all’ambito delle politiche giovanili e non delle politiche sociali Il servizio civile è una forma di impegno sociale in ambiti eterogenei, riservata ai giovani (in genere tra i 15 e i 24 anni) La definizione internazionale più accreditata di servizio civile è: “un periodo organizzato di sostanziale impegno a favore della comunità locale, o nazionale o mondiale, riconosciuto e valutato dalla società, dietro ricevimento di un compenso minimo” (GSI, Sherraden, 2001)

  4. La Carta di impegno etico

  5. La Carta di Impegno Etico del Servizio Civile Nazionale • L'Ufficio nazionale per il servizio civile e gli enti che partecipano ai progetti di servizio civile nazionale: • sono consapevoli di partecipare all’attuazione di una legge che ha come finalità il coinvolgimento delle giovani generazioni nella difesa della Patria con mezzi non armati e non violenti, mediante servizi di utilità sociale. • Servizi tesi a costituire e rafforzare i legami che sostanziano e mantengono coesa la società civile, • rendono vitali le relazioni all’interno delle comunità, • allargano alle categorie più deboli e svantaggiate la partecipazione alla vita sociale, • attraverso azioni di solidarietà, di inclusione, di coinvolgimento e partecipazione, • che promuovono a vantaggio di tutti il patrimonio culturale e ambientale delle comunità, • e realizzano reti di cittadinanza mediante la partecipazione attiva delle persone alla vita della collettività e delle istituzioni a livello locale, nazionale, europeo ed internazionale;

  6. La Carta di Impegno Etico del Servizio Civile Nazionale • considerano che il servizio civile nazionale propone ai giovani l’investimento di un anno della loro vita, in un momento critico di passaggio all’età e alle responsabilità dell’adulto, • e si impegnano perciò a far sì che tale proposta avvenga in modo non equivoco, dichiarando cosa al giovane si propone di fare e cosa il giovane potrà apprendere durante l’anno di servizio civile presso l’ente, • in modo da metterlo nelle migliori condizioni per valutare l’opportunità della scelta; • affermano che il servizio civile nazionale presuppone come metodo di lavoro “l’imparare facendo”, • a fianco di persone più esperte in grado di trasmettere il loro saper fare ai giovani, • lavorandoci insieme, facendoli crescere in esperienza e capacità, • valorizzando al massimo le risorse personali di ognuno;

  7. La Carta di Impegno Etico del Servizio Civile Nazionale • riconoscono il diritto dei volontari di essere impegnati per le finalità del progetto e non per esclusivo beneficio dell’ente, • di essere pienamente coinvolti nelle diverse fasi di attività e di lavoro del progetto, • di verifica critica degli interventi e delle azioni, • di non essere impiegati in attività non condivise dalle altre persone dell’ente che partecipano al progetto, • di lavorare in affiancamento a persone più esperte in grado di guidarli e di insegnare loro facendo insieme; • di potersi confrontare con l’ente secondo procedure certe e chiare fin dall’inizio a partire delle loro modalità di presenza nell’ente, di disporre di momenti di formazione, verifica e discussione del progetto proposti in modo chiaro ed attuati con coerenza;

  8. La Carta di Impegno Etico del Servizio Civile Nazionale • chiedono ai giovani di accettare il dovere di apprendere, • farsi carico delle finalità del progetto, • partecipare responsabilmente alle attività dell’ente indicate nel progetto di servizio civile nazionale, • aprendosi con fiducia al confronto con le persone impegnate nell’ente, • esprimendo nel rapporto con gli altri e nel progetto il meglio delle proprie energie, delle proprie capacità, della propria intelligenza, disponibilità e sensibilità, • valorizzando le proprie doti personali ed il patrimonio di competenze e conoscenze acquisito, impegnandosi a farlo crescere e migliorarlo; • si impegnano a far parte di una rete di soggetti che a livello nazionale accettano e condividono le stesse regole per attuare obiettivi comuni, sono disponibili al confronto e alla verifica delle esperienze e dei risultati, nello spirito di chi rende un servizio al Paese ed intende condividere il proprio impegno con i più giovani. • Data………………. • Il legale rappresentante dell’Ente ………………………………….

  9. L’approccio progettuale al servizio civile

  10. L’approccio progettuale al servizio civile Il progetto di Servizio civile • Obiettivo generale del servizio civile: • EDUCARE FACENDO: • formazione alla cittadinanza attiva dei giovani • difesa non armata e nonviolenta • Valenza etica del progetto di servizio civile: • creare il contesto istituzionale attraverso il quale si avvia o si consolida la rete dei soggetti che sul territorio realizzano o mantengono un sistema di solidarietà e di pace • Ruolo dell’ENTE: • collegare i diversi soggetti del territorio attraverso il progetto di servizio civile

  11. I giovani Motivazioni interessi L’ENTE I servizi Cooperative Associazioni L’approccio progettuale al servizio civile Cosa cambia nell’ente? “Il servizio civile cambia la vita. Anche gli enti !” Il territorio Cultura Bisogni

  12. L’approccio progettuale al servizio civile Il Progetto di servizio civile Rispetto al GIOVANE Il Progetto rappresenta una scelta per il giovane Coerenza tra obiettivi di progetto e attività proposte al giovane Chiarezza e trasparenza della proposta progettuale al giovane Attinenza e specificità al servizio civile Rispetto all’ENTE Il progetto è lo strumento per costruire con il giovane un percorso formativo e a partecipazione. L’OLP è la figura responsabile del progetto e nei confronti dei volontarie dell’ente.

  13. L’approccio progettuale al servizio civile Le dimensioni del progetto “Il servizio civile cambia la vita. Anche gli enti !” • Rispetto alla selezione delle candidature: • definizione dei criteri di selezione • definizione delle modalità di informazione per raccogliere le candidature • definizione delle modalità di raccolta delle candidature • definizione del processo selettivo e pubblicizzazione della graduatoria • Rispetto al percorso formativo: • Quando collocare la formazione generale: • La proposta inizio – metà – fine servizio • Quando e dove collocare la formazione specifica • Rispetto al monitoraggio e valutazione: • Quando collocare il monitoraggio generale del progetto • Quando collocare la valutazione del progetto • Se e quando prevedere una valutazione personale

  14. L’approccio progettuale al servizio civile Le tipologie di progetto “Il servizio civile cambia la vita. Anche gli enti !” • Rispetto ad ambiti: • Adulti • Minori • Disabili • Tossicodipendenza • Rispetto a territori: • Regionale • Internazionale • Quartiere • Comune o sovracomunale • Rispetto ad iniziative o metodologie di intervento: • Ascolto • Comunità di accoglienza • Centro di accoglienza o terapeutico