Download
slide1 n.
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Incontro con il collegio IPASVI di Venezia 10 aprile 2007 Venezia PowerPoint Presentation
Download Presentation
Incontro con il collegio IPASVI di Venezia 10 aprile 2007 Venezia

Incontro con il collegio IPASVI di Venezia 10 aprile 2007 Venezia

163 Vues Download Presentation
Télécharger la présentation

Incontro con il collegio IPASVI di Venezia 10 aprile 2007 Venezia

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. Presentazione dei programmi internazionali della Regione Veneto in ambito socio sanitarioIlmodello organizzativo regionale e di alcune attività per facilitare l’accesso ai Programmi Comunitari Incontro con il collegio IPASVI di Venezia 10 aprile 2007 Venezia Veneto Luigi Bertinato Sevizio per i rapporti socio sanitari internazionali - Regione Veneto

  2. Attuale organizzazione della Segreteria Sanità e Sociale Assessorato alle politiche sanitarie Assessorato alle politiche sociali Segreteria regionale sanità e sociale SRSSI Dir. prevenzione Dir. Serv. Osp. Dir. Servizi Sociali Dir. Ris. Um. e form. Dir. Piani e programmi Dir. Risorse SS

  3. TESSERA EUROPEA ASSICURAZIONE MALATTIA

  4. Le 7 sfide Europee nel futuro del Sistema Sanitario Regionale: • Libera circolazione dei pazienti nella UE. • Libera circolazione degli operatori sanitari nella UE • Tessera Europea di assicurazione malattia (TEAM) e le carte elettroniche intelligenti (NETCARDS) • Spostamenti per lunghi periodi delle persone anziane del nord Europa verso le località turistiche del sud Europa • Numero unico Europeo per le emergenze sanitarie (112) • Promozione degli ospedali Veneti in Europa attraverso l’istituzione dei centri di riferimento (ex-centri di eccellenza) • Spazio Europeo della ricerca

  5. L’obiettivo principale della strategia Regionale …portare la Sanità e i Servizi Sociali del Veneto in Europa: come?

  6. PRINCIPI GENERALI DI RIFERIMENTO DELLE ATTIVITA’ INTERNAZIONALI IN AMBITO SOCIO-SANITARIO 1- RIFERIMENTO COSTANTE AI PRINCIPI DEL PIANO SOCIO-SANITARIO REGIONALE, AL PSN. 2- VALORIZZAZIONE ALL’ESTERO DELLE RISORSE UMANE APPARTENENTI AL SSR (END). 3- STRETTA COLLABORAZIONE CON LA DIREZIONE REGIONALE DEGLI ORGANISMI INTERNAZIONALI, CON LA DIREZIONE REGIONALE PROGRAMMI COMUNITARI E CON LE ALTRE DIREZIONI REGIONALI INTERESSATE. 4- SVILUPPO DI PARTNERSHIP CON ALTRE ISTITUZIONI PUBBLICHE, CON ISTITUZIONI PRIVATE/ONG PRESENTI NELLA REGIONE, CON ISTITUZIONI ITALIANE/ESTERE SIA REGIONALI CHE NAZIONALI ED INTERNAZIONALI, PER LA RAZIONALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI (es. CREAZIONE DI CONSORZI). 5- ATTENZIONE ALLE POSSIBILI RICADUTE POSITIVE SUL SSR E SULLA PROGRAMMAZIONE SOCIO SANITARIA REGIONALE.

  7. COORDINAMENTO ASSESSORI REGIONALI SERVIZI SOCIALI PARTECIPAZIONE ALLE POLITICHE COMUNITARIE COLLABORAZIONE CON L’OMS E CON LE AGENZIE INTERNAZIONALI SEGR. REG. SANITA’ E SOCIALE DIREZIONE PER I SERVIZI SOCIALI SERVIZIO PER I RAPPORTI SOCIO SANITARI INTERNAZIONALI COOPERAZIONE DECENTRATA ED EMERGENZE SANITARIE INTERNAZIONALI GESTIONE NETWORK EUROPEI INFORMAZIONE E FORMAZIONE PROGETTI E FINANZIAMENTI COMUNITARI

  8. Conferenza delle Regioni Conferenza delle Regioni e delle Province autonome Conferenza Stato-Regioni Presidenza: Emilia Romagna Commissione Salute: Regione Toscana 11 Commissioni 5 gruppi tecnici interregionali Cooperazione Sanitaria Internazionale: Regione Veneto

  9. PROGETTO DI COOPERAZIONE CON YURIMAGUAS (PERU’)

  10. STRUTTURA OPERATIVA: DIREZIONI REGIONALI - SEDE DI BRUXELELS ASSESSORATi SANITA’/POLITICHE SOCIALI COMMISSIONE EUROPEA Segreteria Sanita’ e Sociale Direzione Sede di Bruxelles Serv. Rapp. Socio Sanitari Internazionali ITALRAP-UE Direzione Servizi Sociali Altre Direzioni Regionali ISTITUZIONI INTERNAZ.LI ASSOCIAZIONI SCIENTIFICHE E PROFESSIONALI UNIVERSITA’ ENTI LOCALI/ CONFERENZE DEI SINDACI/PRIVATO SOCIALE ULSS/OSSERVATORI

  11. New European Paradigms for the Veneto Health Care System IT & Internet revolution Health & Life sciences revolution e-Health-BioinformaticsGenomics-Proteomics Telemedicine

  12. The European Research Area • A global strategy needed for the future of research in Europe • Broadbased support at the highest political,scientific and industrial levels • Currently being implemented The European Research Area National Programmes European Research Policy «Open Coordination » Framework Programme European Organizations

  13. VIIFramework Budgets of the EU Programmes

  14. FINANZIAMENTI COMUNITARI NEL CAMPO DELLA SANITÀ PUBBLICA(2003-2008) • La dotazione finanziaria del programma per il periodo 2003-2008 è di 353.770.000,00 euro. • il contributo per i due paesi aderenti (Bulgaria, Romania) e per il paese candidato (Turchia): è pari a circa 1.317.621,00 euro. • il bilancio complessivo per il 2006 si aggira intorno a 55.817.661,00 euro.

  15. Attività svolte 2005-2006 • Formazione: • Organizzazione di seminari di formazione rivolti a target diversi (funzionari regionali, ULSS, Enti locali; Privato sociale) • Organizzazione di visite di studio a Bruxelles e nella UE • Reti Europee: • Coordinamento- Segreteria organizzativa rete ENSA • Partecipazione in qualità di partner-collaboratore alle attività delle reti europee: ESN, Retis, Osservatorio Europeo, EPR, Eurochild, AGE, RHN. • Euroregione e Alpe Adria

  16. La Regione del Veneto: Appartenenza alle Reti Europee di Regioni WHO Regions for Health Network, Europe Armenia Sunik Austria Carinthia Belgium Flemish Community Bulgaria Varna Czech Republic Usti Silesia-Moravia Germany Lower Saxony North Rhine-Westphalia Hungary Bács Kiskun Györ Moson Sopron Szabolcs-Szatmár Israel Northern Region Italy Emilia Romagna Sicily P.A. Bolzano Veneto Lithuania Kaunas Norway Rogaland Poland Silesia Portugal Madeira Romania Timis (new) Russia Vologda Spain Catalonia Valencia Sweden Västra Götaland Östergötland Switzerland Ticino United Kingdom North West England Northern Ireland, Wales COMUNITA’ DI LAVORO DI ALPE ADRIA

  17. The European Observatory www.euro.who.int/observatory 2007 summer school on human resources for health Venice 5-10 august 2007

  18. Quali lezioni abbiamo appreso dalla strategia messa in atto dalla Regione Veneto per la progettazione europea nel Settore Sanitario ?

  19. Attività svolte 2005-2006 • Progettazione Europea : • Partecipazione politiche UE • Risposta alle consultazioni pubbliche della Commissione europea (es. Libro Verde sui “Cambiamenti demografici e solidarietà intergenerazionale”; consultazione sui servizi sanitari)

  20. CONDIZIONI FACILITANTI IL RAGGIUNGIMENTO DELL`OBIETTIVO DELLA PARTECIPAZIONE AI FINANZIAMENTI EUROPEI : 1) ADEGUATO E CONTINUO APPOGGIO ISTITUZIONALE !

  21. La Ricerca Sanitaria Finalizzata della Regione del Veneto 2001-2006 (2007) 6th (7th) Framework Programme and Medical SciencesLife sciences-Genomics-Biotechnology Spazio Europeo della Ricerca

  22. CONDIZIONI FACILITANTI IL RAGGIUNGIMENTO DELL`OBIETTIVO DELLA PARTECIPAZIONE AI FINANZIAMENTI EUROPEI : 2) UN SISTEMA STRUTTURATO E ORGANIZZATO !

  23. L’Organizazzione del Servizio per i Rapporti Socio-Sanitari Internazionali della Regione del Veneto Venice

  24. CONDIZIONI FACILITANTI IL RAGGIUNGIMENTO DELL`OBIETTIVO DELLA PARTECIPAZIONE AI FINANZIAMENTI EUROPEI : 3) PERSONALE IN GRADO DI SVOLGERE LA FUNZIONE : FORMAZIONE APPOGGIO LOGISTICO

  25. PROGRAMMI E AZIONI COMUNITARIE

  26. Obiettivi generali 2007 • Informazione e formazione: • Ampliamento della diffusione e attivita di in formaizone • Progetti europei nei nuovi programmi 2007-2013: • Nuovo programma quadro per l’inclusione sociale (Progress) • Programma per l’apprendimento, l’aggiornamento e la formazione professionale (Life Long Learning) • Programmi per l’integrazione di cittadini immigrati (Aeneas, Return e Inti) • Programma di mobilita’ giovanile (Gioventu’) • E-health e Tele-Assistenza • Programmi di Prevenzione alle Tossicodipendenze

  27. INTERREG III INTERREG III integrates three different strands (A, B, C): INTERREG III INTERREG IIIB INTERREG IIIC INTERREG IIIA cross-bordercooperation transnationalcooperation interregionalcooperation

  28. Upper Adriatic Euroregio:Veneto-Friuli-Carinthia WORK IN PROGRESS CARINTHIA FRIULI VENEZIA GIULIA VENETO

  29. Accademia Internazionale per la Formazione dei Professionisti della Salute istituzione dell‘Accademia 21 settembre 2005

  30. Meuse-Rhine Euroregio

  31. Pyrénées-Mediterranean Euroregio

  32. s EU INTERREG III A Regional Network for the Improvement of Healthcare Services Cooperation between border regions as target  GESUNDHEITSMANAGEMENT 2006

  33. Obiettivi generali 2007 • 3. Reti e Network europei: • Consolidamento della presenza regionale all’interno delle reti europee in ambito sociale e creazione di nuovi partenariati bilaterali e multilaterali (es. partenariato UNCASS) • Attivazione dei progetti nell’ambito sociale nell’area dell’Euroregione alto adriatica • Attivazione di programmi di studio e ricerca nell’area sociale con l’European Observatory on health and social systems and policies • Attivazione di nuove collaborazioni con le Agenzie della Commissione europea (Osservatorio Europeo per le droghe e le tossicodipendenze) • Implementazione collaborazione con l’OMS e con le agenzie internazionali

  34. Livello politico:Partecipazione di una rappresentanza regionale alle sedute del Consiglio dei Ministri dell’UE Livello tecnico amministrativo:Partecipazione di funzionari e di esperti tecnici regionali ai gruppi di lavoro ed ai comitati del Consiglio e della Commissione 4.Partecipazione alle politiche comunitarie in ambito sociale qualeRegione capofila a livello nazionale per le politiche sociali Obiettivi generali 2007

  35. ACCORDI BILATERALI SETTORE SOCIO SANITARIO CORDOBA, BUENOS AIRES E SANTA FE: dal 2000 PROVINCIA DI SOFALA (MOZAMBICO): dal 2005 REGIONE DI TIMIS: dal 2006 REOUBBLICA AUTONOMA DI CIUVAŞIA (FED.RUSSA): dal 2005 LAND CARINZIA: dal 2005 CATALUNYA: in preparazione SERBIA: in preparazione PROVINCIA DI SHANGAI (CINA): in preparazione