Download
slide1 n.
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca PowerPoint Presentation
Download Presentation
Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

104 Vues Download Presentation
Télécharger la présentation

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania Direzione Generale ACCREDITAMENTO ESTERNO: BENEFICI E FINALITA’ A cura del PROGETTO QUALITA’

  2. Oggetto dell’Accreditamento Oggetto dell’accreditamento sono le singole sedi operative degli organismi di formazione e/o di orientamento idonee rispetto alle vigenti norme in materia di igiene e sicurezza. Per sede operativa si intende un soggetto organizzativo al quale facciano capo in modo continuativo e verificabile tutte le funzioni di governo, processo e prodotto relative ai servizi di formazione e orientamento erogati all’utente. La sede operativa deve prevedere una configurazione spaziale minima che ospiti l’amministrazione, la segreteria, l’accoglienza e la didattica. Gli spazi previsti nella configurazione minima, comprensivi di corridoi e dei servizi igienici, anche se afferenti ad unità immobiliari diverse, devono essere collegati da percorsi privi di barriere architettoniche, la cui lunghezza non può superare i 30 metri. La sede operativa accreditata può utilizzare, qualora ne necessiti, ulteriori aule in numero non superiore a quelle accreditate, purché rispondenti alle norme vigenti in materia di sicurezza ed igiene ed ai requisiti infrastrutturali delle tabelle B, C e D. Tale rispondenza deve essere certificata da un tecnico abilitato. Per soggetto gestore si intende la società di servizi a cui la Regione Campania affida la gestione del sistema di accreditamento degli organismi di formazione e orientamento.

  3. Ambiti di accreditamento L’accreditamento viene rilasciato per le attività di orientamento e/o di formazione professionale. Per attività di orientamento si intendono gli interventi di carattere informativo, formativo e consulenziale, finalizzati a promuovere l’auto-orientamento e a supportare la definizione di percorsi personali di formazione e lavoro e il sostegno all’inserimento occupazionale. Per attività di formazione si intendono gli interventi di pre-qualificazione, qualificazione, riqualificazione, specializzazione e aggiornamento realizzati con sistemi che utilizzano metodologie in presenza e/o distanza. L’accreditamento per le attività di formazione professionale viene rilasciato in relazione a quattro macrotipologie formative: Formazione Iniziale/Offerta Formativa:: comprende i percorsi introdotti dalla L. 144/99 art. 68 comma 1 lett. b) e c), e regolati dalla normativa vigente, realizzati nel sistema di formazione professionale e nell’esercizio dell’apprendistato per l’espletamento del diritto-dovere di istruzione e formazione;

  4. Ambiti di accreditamento Formazione Superiore: comprende l’apprendistato, l’Istruzione e Formazione Tecnica Superiore introdotta dalla L. 144/99 art. 69, l’alta formazione relativa ad interventi nell'ambito dei cicli universitari e la formazione post-universitaria; Formazione Continua: destinata a soggetti occupati, in CIG e mobilità, a disoccupati per i quali la formazione è propedeutica all’occupazione, nonché ad apprendisti che abbiano assolto l’obbligo formativo; Educazione degli Adulti: strumento attuato in base all’Accordo Stato-Regioni del 2 marzo 2000 attraverso la direttiva n° 22 del 6/2/2001 , che mira a garantire il diritto all’apprendimento a tutti i cittadini per tutto l’arco della vita. Le sedi operative vengono accreditate, per le attività di formazione, per una o più macrotipologie e per una o più tipologie in relazione ai sub-settori economici della classificazione ISFOL-ORFEO.

  5. IL PROCESSO DI ACCREDITAMENTO Accreditamento definitivo e provvisorio • La Regione Campania prevede due forme di accreditamento, uno provvisorio, l’altro definitivo. L’accreditamento provvisorio viene rilasciato agli organismi le cui sedi operative non possono dimostrare i livelli di efficienza ed efficacia nei due anni precedenti la domanda di accreditamento, né le interrelazioni maturate con il sistema sociale e produttivo presente sul territorio. • In particolare sono tenuti a richiedere l’accreditamento provvisorio: • gli organismi di “recente costituzione”, ossia gli organismi che inoltrano la domanda di accreditamento nell’anno stesso in cui si sono costituiti; • gli organismi che non hanno mai svolto attività formative finanziate e/o cofinanziate con fondi pubblici; • gli organismi per i quali non sono verificabili le interrelazioni maturate con il sistema sociale e produttivo presente sul territorio (vedi Tabella G) e i requisiti relativi all’efficienza e all’efficacia (vedi Tabella F) nei due anni precedenti la domanda di accreditamento, in quanto non hanno realizzato (avviato e concluso) attività a finanziamento e/o cofinanziamento pubblico nel periodo di riferimento.

  6. IL PROCESSO DI ACCREDITAMENTO L’accreditamento provvisorio ha durata annuale ed è rinnovabile per un altro anno, salvo i casi di cui all’articolo 17 dei presenti Indirizzi Operativi. Allo scadere dei due anni dall’ottenimento dell’accreditamento provvisorio, pena la decadenza dello stesso, l’organismo deve richiedere l’accreditamento definitivo, secondo le modalità definite all’art. 16, punto 3). L’accreditamento definitivo viene rilasciato dalla Regione Campania agli organismi le cui sedi operative possono dimostrare l’efficienza e l’efficacia delle attività precedenti e le relazioni con il sistema sociale e produttivo presente sul territorio.

  7. IL PROCESSO DI ACCREDITAMENTO • Sono tenuti a richiedere l’accreditamento definitivo: • gli organismi che hanno realizzato attività formative e/o di orientamento, anche in ATI con organismi accreditati, e che quindi possono dimostrare i requisiti relativi ai criteri di efficacia e efficienza (Tabella F) relativamente ai due anni precedenti la domanda di accreditamento e le interrelazioni maturate con il territorio (Tabella G); • gli organismi “di recente costituzione” nati per fusione di organismi che hanno usufruito negli ultimi 2 anni di finanziamenti e/o cofinanziamenti pubblici, e che quindi possono dimostrare i criteri relativi alle relazioni con il territorio e ai livelli di efficacia ed efficienza maturati da uno o più organismi che hanno costituito il nuovo ente. • L’accreditamento definitivo ha validità di tre anni dalla data di rilascio

  8. Il sito www.accreditamento.regione.campania.it è lo strumento messo a disposizione degli Organismi di formazione e di orientamento affinché possano accedere alle procedure per ottenere il rilascio dell’accreditamento dalla Regione Campania.

  9. Compilazione di una nuova domanda di accreditamento Dalla home page della propria area privata, l’Organismo, cliccando sul tasto “Nuova domanda” può richiedere la scheda per la compilazione di una nuova domanda di accreditamento.

  10. La scheda per la compilazione della domanda è articolata in diverse sezioni. Si può navigare facilmente tra le diverse sezioni della domanda attraverso il menù costantemente presente sul lato sinistro della scheda.

  11. Questo menù è composto dinamicamente in funzione dello stato di compilazione della domanda, mostrando soltanto le sezioni che devono essere riempite. Inoltre il menù, così progettato, funge anche da guida, indicando all’utente quali sezioni della domanda devono essere compilate in base agli ambiti di accreditamento indicati e al loro tipo di durata (provvisorio o definitivo). La compilazione di una domanda può essere completata anche in sessioni successive. Il soggetto che compila la domanda può procedere alla compilazione di una sola o più sezioni della domanda in tempi differenti e le informazioni inserite saranno conservate dal sistema, per poi completarla e consegnarla in un momento successivo.

  12. Consegna di una domanda di accreditamento Durante la compilazione della domanda, il “Sistema Accreditamento” garantisce all’Organismo che i dati inseriti non saranno visibili ai gestori dell’accreditamento. Per consegnare una domanda, oltre alla compilazione, è necessario che la domanda sia completa in ogni sua parte. Una domanda è completa se soddisfa i requisiti minimi in ordine agli ambiti, al tipo di accreditamento richiesto (Definitivo e/o Provvisorio ) ed ai requisiti logistici. La consegna consiste nel prelevare la domanda compilata dal sito e nel firmarla in locale con il programma Dike di Infocamere. La domanda firmata(Domanda.html.p7m) dovrà essere consegnata, dopo averla selezionata, attraverso il tasto “consegna”.

  13. Solo dopo la consegna della domanda, il Sistema la rende visibile ai gestori del processo di accreditamento per l’istruttoria. A partire dalla data di consegna della domanda, sarà fissata una data entro la quale essa dovrà essere valutata (istruttoria documentale ed audit) da parte dei gestori. Tale data, nel caso di prima presentazione pienamente conforme aquanto richiesto dal regolamento, è definita sulla base della seguente formula: Data Scadenza = (Data di Consegna + 60 gg. lavorativi ) Nel caso venissero riscontrate non conformità, tale data di scadenza varierà in funzione del numero di integrazioni fatte dall’Organismo per la domanda oggetto di valutazione. Tale periodo può essere così calcolato : Data Scadenza = (Data di Consegna + 60 gg. lavorativi ) + 30 gg. Lavorativi* Ni Dove: Ni = Numero di integrazioni fatte per quella domanda

  14. Evoluzione di una domanda di accreditamento • In compilazione: da quando è stata creata fino alla sua consegna (la domanda, in questo stato, non può essere visionata dai gestori del processo di accreditamento) • Consegnata: dal momento della consegna al momento in cui il gestore inizia la fase di istruttoria documentale. In questo stato la domanda non può essere modificata dall’Organismo (la domanda è in solo lettura). • In istruttoria: dal momento in cui il gestore inizia la fase di istruttoria documentale al termine dell’istruttoria. In questo stato la domanda non può essere modificata dall’Organismo. • In integrazione: dalla sospensione della domanda, in ordine alle non conformità riscontrate, alla riconsegna dopo le dovute integrazioni da parte dell’Organismo. • In audit: dall’approvazione dell’istruttoria documentale alla conclusione dell’audit. • In valutazione: dalla conclusione dell’audit alla conclusione della valutazione da parte del Nucleo di Valutazione della Regione Campania. • Accreditata: stato finale • Non accreditata: stato finale • Revocata: stato finale

  15. Il legale rappresentante, dalla sua area privata, può controllare lo stato della domanda. Inoltre, cliccando sul link “Evoluzione” accanto alla domanda, visualizza l’intero percorso della domanda (con le date di ciascuna tappa) a partire dalla creazione (stato “In compilazione”). Le date riportate in corrispondenza di ciascuno stato si riferiscono al momento in cui la domanda è entrata in quello specifico stato.

  16. In questa schermata, accanto allo stato “Consegnata il …”, è presente il link per il trasferimento in locale della domanda firmata in modo che il legale rappresentante possa verificare nuovamente ciò che aveva firmato e consegnato.