Download
slide1 n.
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Dr. Fabio Gianni Direttore Servizio di Medicina Legale ASUR Zona Territoriale n. 7 Ancona Referente tecnico medico-leg PowerPoint Presentation
Download Presentation
Dr. Fabio Gianni Direttore Servizio di Medicina Legale ASUR Zona Territoriale n. 7 Ancona Referente tecnico medico-leg

Dr. Fabio Gianni Direttore Servizio di Medicina Legale ASUR Zona Territoriale n. 7 Ancona Referente tecnico medico-leg

701 Vues Download Presentation
Télécharger la présentation

Dr. Fabio Gianni Direttore Servizio di Medicina Legale ASUR Zona Territoriale n. 7 Ancona Referente tecnico medico-leg

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. Regione Marche Consulta Disabili Ancona, 25 novembre 2010 "Le nuove procedure per l'accertamento degli stati disabilitanti: la situazione operativa attuale" Dr. Fabio Gianni Direttore Servizio di Medicina Legale ASUR Zona Territoriale n. 7 Ancona Referente tecnico medico-legale A.S.U.R. Marche

  2. Legge 3 agosto 2009, n. 102 "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge1º luglio 2009, n. 78, recante provvedimenti anticrisi, nonché proroga di termini e della partecipazione italiana a missioni internazionali" pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 179 del 4 agosto 2009 Supplemento ordinario n. 140 Art. 20 contrasto alle frodi in materia di invalidità civile

  3. Comma 1. “A decorrere dal 1° gennaio 2010 ai fini degli accertamenti sanitari di invalidità civile, cecità civile, sordità civile, handicap e disabilità le Commissioni mediche delle Aziende sanitarie locali sono integrate da un medico dell'INPS quale componente effettivo. In ogni caso l'accertamento definitivo è effettuato dall'INPS….”

  4. Comma 2. “L'INPS accerta altresì la permanenza dei requisiti sanitari nei confronti dei titolari di invalidità civile, cecità civile, sordità civile, handicap e disabilità. In caso di comprovata insussistenza dei prescritti requisiti sanitari, si applica l'art. 5, comma 5 del Regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 21 settembre 1994, n. 698.”

  5. Comma 3. “A decorrere dal 1° gennaio 2010 le domande volte ad ottenere i benefici in materia di invalidità civile, cecità civile, sordità civile, handicap e disabilità, complete della certificazione medica attestante la natura delle infermità invalidanti, sono presentate all'INPS, secondo modalità stabilite dall'ente medesimo. L'Istituto trasmette, in tempo reale e in via telematica, le domande alle Aziende Sanitarie Locali.”

  6. Comma 6. “ Entro trenta giorni dall'entrata in vigore delle presenti disposizioni, è nominata dal Ministro del lavoro, della salute e delle politiche sociali di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze una Commissione con il compito di aggiornare le tabelle indicative delle percentuali dell'invalidità civile, già approvate con decreto del Ministro della Sanità 5 febbraio 1992, pubblicato nel supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 47 del 26 febbraio 1992, e successive modificazioni. Lo schema di decreto che apporta le eventuali modifiche alle tabelle in attuazione del presente comma è trasmesso alle Camere per il parere delle Commissioni competenti per materia.”

  7. Cosa è stato modificato dalla legge 102/2009: • Le ASL non devono più ricevere istanze dai cittadini relative agli accertamenti degli stati disabilitanti (invalidità civile, legge 104/92, legge 68/99, cecità civile, sordità civile) che vanno invece presentate all’INPS; • le ASL ricevono dall’INPS in via telematica ed in tempo reale le domande che i richiedenti presentano all’Istituto Previdenziale; • le ASL devono predisporre , nella propria autonomia, il calendario delle sedute, in modo da convocare a visita gli utenti rispettando i termini previsti dalla legge n. 80/2006 (pazienti neoplastici e gravi patologie); • le ASL devono predisporre il calendario delle sedute in modo che si dia concreta attuazione all’accertamento unificato per quei soggetti che fanno contestuale richiesta di riconoscimento per invalidità civile e/o legge 104/92 e/o legge 68/99; • tutte le Commissioni Sanitarie e Socio –Sanitarie sono integrate da un medico dell’INPS designato dall’Istituto Previdenziale.

  8. Cosa non è stato modificato dalla legge 102/2009: • la responsabilità delle ASL riguardo al procedimento; • la composizione delle Commissioni Sanitarie e Socio-Sanitarie (salvo per l’integrazione del medico INPS) ed i compiti delle stesse; • i tempi di evasione delle istanze; • la responsabilità dei Presidenti le Commissioni circa la convocazione a visita dei richiedenti; • le modalità di effettuazione degli accertamenti sanitari da parte delle Commissioni; • la trasmissione del verbale alla CMV INPS.

  9. Numero totale delle domande presentate per il riconoscimento dell’invalidità civile, dello stato di handicap e di disabilità nella ZT7 01 gennaio-31 ottobre, anni 2007-2010 Maschi+Femmine

  10. Domande presentate per il riconoscimento dell’invalidità civile, dello stato di handicap e di disabilità nella ZT7 01 gennaio-31 ottobre, anni 2007-2010 Maschi+Femmine Variazione % 2010 vs anni 2007-2009

  11. Numero totale delle domande presentate per il riconoscimento dell’invalidità civile nei Distretti del SML della ZT7 01 gennaio-31 ottobre, anni 2007-2010 Maschi+Femmine

  12. Numero totale delle domande presentate per il riconoscimento dello stato di handicap nei Distretti del SML della ZT7 01 gennaio-31 ottobre, anni 2007-2010 Maschi+Femmine

  13. Numero totale delle domande presentate per il riconoscimento dello stato di disabilità nei Distretti del SML della ZT7 01 gennaio-31 ottobre, anni 2007-2010 Maschi+Femmine

  14. Variazione % delle domande presentate nel 2010 vs anni 2007-2009 nei Distretti del SML della ZT7 01 gennaio-31 ottobre, anni 2007-2010 Maschi+Femmine Invalidità civile – Legge 18/1980 Handicap - Legge 104/1992 Disabilità– Legge 68/1999

  15. Riconoscimento dell’indennità di accompagnamento Distretto Centro 01 gennaio – 31 ottobre, anni 2009-2010 Maschi e Femmine * * solo con presenza del medico INPS

  16. Riconoscimento dell’indennità di accompagnamento Distretto Nord 01 gennaio – 31 ottobre, anni 2009-2010 Maschi e Femmine * * solo con presenza del medico INPS

  17. Riconoscimento dell’indennità di accompagnamento Distretto Sud 01 gennaio – 31 ottobre, anni 2009-2010 Maschi e Femmine * * solo con presenza del medico INPS

  18. Variazione % del riconoscimento dell’indennità di accompagnamento nel 2010 vs 2009 01 gennaio-31 ottobre, Maschi+Femmine

  19. Riconoscimento dell’Invalidità Civile con potenziale beneficio economico (74%-100%) Distretto Centro 01 gennaio – 31 ottobre, anni 2009-2010 Maschi e Femmine * * solo con presenza del medico INPS

  20. Riconoscimento dell’Invalidità Civile con potenziale beneficio economico(74%-100%) Distretto Nord 01 gennaio – 31 ottobre, anni 2009-2010 Maschi e Femmine * * solo con presenza del medico INPS

  21. Riconoscimento dell’Invalidità Civile con potenziale beneficio economico(74%-100%) Distretto Sud 01 gennaio – 31 ottobre, anni 2009-2010 Maschi e Femmine * * solo con presenza del medico INPS

  22. Variazione % del riconoscimentodell’InvaliditàCivile con potenzialebeneficioeconomico(74%-100%) nel 2010 vs 2009 01 gennaio-31 ottobre, Maschi+Femmine

  23. Riconoscimento dello stato di handicap (legge 104/92) Distretto Centro 01 gennaio – 31 ottobre, anni 2009-2010 Maschi e Femmine * anno 2010 anno 2009 * solo con presenza del medico INPS

  24. Riconoscimento dello stato di handicap (legge 104/92) Distretto Nord 01 gennaio – 31 ottobre, anni 2009-2010 Maschi e Femmine * anno 2010 anno 2009 * solo con presenza del medico INPS

  25. Riconoscimento dello stato di handicap (legge 104/92) Distretto Sud 01 gennaio – 31 ottobre, anni 2009-2010 Maschi e Femmine * anno 2010 anno 2009 * solo con presenza del medico INPS

  26. Variazione % del riconoscimento dellostatodi handicap (legge 104/92) con gravità nel 2010 vs 2009 01 gennaio-31 ottobre, Maschi+Femmine

  27. Nella regione niente falsi invalidi Il fenomeno dei falsi invalidi non esiste nelle Marche. A segnalarlo il direttore regionale dell’Inps Antonio Antonellis che nella relazione al bilancio sociale 2009 ha spiegato come nei controlli ispettivi effettuati dai medici dell’istituto, su 2367 visite solo in 138 casi (92 solo a Pesaro) è stata accertata la mancanza dei requisiti. “Questo non significa però che non si trattasse di invalidi civili, ma che la problematica sanitaria, pur permanendo, si era ridotta”. 18 novembre 2010

  28. Quali criticità permangono dopo la legge 102/99: • La procedura INPS acquisisce erroneamente domande di cecità civile con un certificato di medico non specialista oculista e non tiene conto che le Commissioni Ciechi Civili sono, di norma, istituite in ambito provinciale; • vengono frequentemente presentate, erroneamente, domande inerenti la sordità civile in soggetti sprovvisti dei requisiti di legge (ossia persone affette da ipoacusia contratta in età adulta-anziana) peraltro non corredate del referto audiometrico;

  29. Quali criticità permangono dopo la legge 102/99: 3. nessun controllo viene effettuato dalla procedura informatizzata al momento della compilazione del form tanto che risultano frequentemente presentate domande ai fini della legge 68/99 (collocamento mirato al lavoro della persona disabile) per soggetti ultra65enni ed anche ultra 80enni ! 4. la procedura informatizzata INPS allinea erroneamente le condizioni del DM 02/08/2007 automaticamente a quella prevista per la patologia oncologica e fissa l’espletamento della visita collegiale entro 15 giorni dalla data di presentazione della domanda . Assegna , peraltro, al solo medico certificatore la verifica del requisito di legge che compete alla Commissione Sanitaria ;

  30. Quali criticità permangono dopo la legge 102/99: • Non esiste certezza riguardo alla corretta acquisizione delle domande (scaricando domande relative ad uno stesso intervallo di tempo in momenti diversi si ottengono, spesso, elenchi non sovrapponibili in quanto compaiono domande prima non presenti o addirittura non compaiono, nella procedura informatizzata INPS, domande regolarmente presentate dagli utenti; • 6. esistono domande che “scompaiono” nel sistema informatizzato INPS e/o che vengono attribuite ad altre sedi ASL non competenti territorialmente (ossia non coincidenti con la residenza degli assistiti).

  31. Grazie per l’attenzione