Download
capitolo 5 l economia aperta n.
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Capitolo 5 L’economia aperta PowerPoint Presentation
Download Presentation
Capitolo 5 L’economia aperta

Capitolo 5 L’economia aperta

175 Vues Download Presentation
Télécharger la présentation

Capitolo 5 L’economia aperta

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. Capitolo 5L’economia aperta Capitolo 5: L’economia aperta

  2. Una nazione non è mai stata rovinata dal commercio Benjamin Franklin Capitolo 5: L’economia aperta

  3. Il percorsoL’ economia aperta • Identità in una economia aperta • I tassi di cambio nominali e reali Capitolo 5: L’economia aperta

  4. Importazioni ed esportazioni (2000) Capitolo 5: L’economia aperta

  5. L’Italia come economia aperta Capitolo 5: L’economia aperta

  6. Capitolo 5: L’economia aperta

  7. Capitolo 5: L’economia aperta

  8. I flussi internazionali di capitali e beniIl ruolo delle esportazioni nette Spesa in beni nazionali: CdConsumo di beni e servizi nazionali IdInvestimenti in beni e servizi nazionali GdSpesa pubblica per beni e servizi nazionali EXEsportazioni di beni e servizi nazionali La somma di queste componenti rappresenta la spesa totale per beni e servizi prodotti nel paese Capitolo 5: L’economia aperta

  9. I flussi internazionali di capitali e beniIl ruolo delle esportazioni nette La spesa nazionale in beni e servizi prodotti all’estero è data da: CfConsumi di beni e servizi nazionali IfInvestimenti in beni e servizi nazionali GfSpesa pubblica per beni e servizi nazionali La somma di queste componenti rappresenta la spesa totale per beni e servizi importati: IM Capitolo 5: L’economia aperta

  10. I flussi internazionali di capitali e beniIl ruolo delle esportazioni nette Consumo, investimenti e spesa pubblica totali: C = Cd+ Cf Consumo totale I =Id+ IfInvestimenti totali G = Gd+Gf Spesa pubblica totale Capitolo 5: L’economia aperta

  11. I flussi internazionali di capitali e beniIl ruolo delle esportazioni nette Identità del reddito: Y = (C – Cf) +(I –If) + (G –Gf) + EX Ovvero, Y = C + I + G +EX – (Cf+If+Gf) Y = C + I + G +EX – IM Capitolo 5: L’economia aperta

  12. I flussi internazionali di capitali e beniIl ruolo delle esportazioni nette Identità del reddito: Definendo NX = EX – IM abbiamo Y = C + I + G +NX ovvero NX=Y – (C + I + G) Se il prodotto è superiore/inferiore alla spesa interna le esportazioni nette sono positive/negative Capitolo 5: L’economia aperta

  13. I flussi internazionali di capitali e beniEsportazioni nette Esportazioni nette: Bilancia commerciale Definizione: NX = EX – IM • SeNX > 0la bilancia commerciale è in avanzo • SeNX < 0la bilancia commerciale è in disavanzo Capitolo 5: L’economia aperta

  14. I flussi internazionali di capitali e beniIl flusso di capitali Flusso netto di capitali: Flusso di capitali Definizione: • S – I • Risparmio – Investimenti • Acquisto netto di attività estere: • SeS – I> 0il paese è un creditore netto • SeS – I< 0il paese è un debitore netto Capitolo 5: L’economia aperta

  15. Flusso netto di capitaliIl saldo delle partite correnti Identità del reddito può essere espressa: Y – C – G =I + NX dove Y – C – G = S quindi: S – I = NX Capitolo 5: L’economia aperta

  16. Flusso netto di capitaliIl saldo delle partite correnti Il flusso netto =Saldo delle partite di capitali correnti S – I = NX I paesi con: • Avanzo delle partite correnti = creditori netti • Disavanzo delle partite correnti = debitori netti Capitolo 5: L’economia aperta

  17. Flusso netto di capitaliIl saldo delle partite correnti Il flusso netto =Saldo delle partite di capitali correnti S – I = NX Se S > Iil paese risparmia più di quanto stia investendo. Il rimanente è investito all’estero come contropartita delle esportazioni nette positive NX > 0 • Le esportazioni sono pagate in valuta estera che entra nel paese (esempio: esportazioni in Giappone) Capitolo 5: L’economia aperta

  18. Flusso netto di capitaliIl saldo delle partite correnti • Questa valuta (esempio: yen) rappresenta una attività per il paese (Italia) ma un debito per l’estero (Giappone). • Questo significa che le esportazioni si traducono in prestiti all’estero. Quindi Un saldo positivo delle partite correnti è associato a un risparmio nazionale superiore agli investimenti e a un credito netto nei confronti dell’estero Capitolo 5: L’economia aperta

  19. Flusso di capitaliIl saldo delle partite correnti Questo implica inoltre: Le politiche che aumentano il risparmio nazionale sono associate a un miglioramento delle partite correnti. In particolare: Un maggiore deficit del settore pubblico G > Triduce il risparmio nazionale e, a parità di investimenti, peggiora le partite correnti. Il deficit (debito) pubblico peggiora il saldo delle partite correnti e rende il paese debitore nei confronti dell’estero. Capitolo 5: L’economia aperta

  20. Funzionamento di una piccola economia aperta Modello che spieghi il flusso internazionale di beni e capitali Lo scopo è di spiegare l’effetto sulle partite correnti di diversi provvedimenti di politica economica Per iniziare …. se l’economia è aperta, piccola e non esistono restrizioni ai movimenti di capitali, allora il tasso di interesse interno è pari a quello internazionale Capitolo 5: L’economia aperta

  21. Il tasso di interesse in una piccola economia aperta Una “piccola” economia non ha un effetto considerevole sul tasso di interesse mondiale • Se il tasso di interesse nazionaler fosse superiore al tasso di interesse mondiale r* si verificherebbe una enorme entrata di capitali nel paese. • Gli arbitraggisti otterrebbero profitti a rischio nullo. Questa maggiore offerta di capitali di prestito porta a una riduzione del tasso di interesse interno fino a che: r* =r Capitolo 5: L’economia aperta

  22. Risparmio e investimenti in una piccola economia aperta Il tasso di interesse mondiale determina il tasso di interesse della piccola economia aperta L’identità del reddito in economia aperta implica: NX = (Y– C (Y – T) – G) – I(r*) Ovvero NX = S – I(r*) Capitolo 5: L’economia aperta

  23. Risparmio e investimenti in una piccola economia aperta La bilancia commerciale è in avanzo r S r* Tasso di interesse se l’economia fosse chiusa r I = I(r) I Capitolo 5: L’economia aperta

  24. Politica fiscale espansiva in una piccola economia aperta S1 r Il saldo delle partite correnti è in pareggio r* I = I(r) I Capitolo 5: L’economia aperta

  25. (a) Politica fiscale interna espansiva Una espansione fiscale riduce il risparmio nazionale S2 S1 r Gli investimenti interni (che non cambiano perché r* non cambia) sono finanziati indebitandosi all’estero. r* I = I(r) Il saldo delle partite correnti peggiora I Capitolo 5: L’economia aperta

  26. Analisi di un caso: I deficit gemelli negli Stati Uniti Capitolo 5: L’economia aperta

  27. Capitolo 5: L’economia aperta

  28. Il tasso di cambionominale Tasso di cambio nominale: e prezzo relativo della valuta nazionale e della valuta estera Esempio: dollaro per euro Se il tasso di cambio è pari a 1.30 dollari per euro allora con 1 euro è possibile acquistare 1.30 dollari sui mercati valutari internazionali Capitolo 5: L’economia aperta

  29. Capitolo 5: L’economia aperta

  30. Il tasso di cambio al 15/10/2008 Fonte: XE.com Capitolo 5: L’economia aperta

  31. Il tasso di cambioeuro/dollaro

  32. Il tasso di cambio euro/dollaro fino alla crisi 2008 Capitolo 5: L’economia aperta

  33. Il tasso di cambioreale Tasso di cambio reale o ragione di scambio: e prezzo relativo dei beni nazionali e dei beni esteri Esempio: Auto giapponesi per auto statunitensi Confrontiamo i prezzi di un’auto europea che costa 10mila euro e una giapponese da 2,4 milioni di yen: • Se il cambio yen/euro è 120 allora il costo dell’auto europea è 1,2 milioni di yen ovvero la metà. Capitolo 5: L’economia aperta

  34. Il tasso di cambioreale Il tasso di cambio realee è quindi dato da: Capitolo 5: L’economia aperta

  35. Il tasso di cambioreale Il tasso di cambio reale,e: Capitolo 5: L’economia aperta

  36. Il tasso di cambioreale Nel mondo realeeè il prezzo relativo di un paniere di beni nazionali in termine di un paniere di beni esteri. Nel modello macroesiste un solo bene, “prodotto”.quindi e è il prezzo relativo del prodotto di un paese in termini del prodotto di un altro paese. Capitolo 5: L’economia aperta

  37. Il tasso di cambio realeSaldo delle partite correnti eI beni europeidiventano relativamente più costosi rispetto a quelli esteri  EX, IM  NX La funzione delle esportazioni nette riflette la relazione inversa tra NX e e: NX = NX(e) Capitolo 5: L’economia aperta

  38. Tasso di cambio realeSaldo delle partite correnti Tasso di cambio reale e La funzione delle esportazioni nette ha pendenza negativa Un aumento del tasso di cambio reale rende i prodotti nazionali relativamente più costosi rispetto a quelli esteri NX(e) Esportazioni netteNX 0 Capitolo 5: L’economia aperta

  39. Tasso di cambio realeDisavanzo delle partite correnti e Se i tassi di cambio reale sono elevati Le importazioni sono relativamente poco costose e1 La bilancia commerciale è in disavanzo NX(e) 0 NX NX1< 0 Capitolo 5: L’economia aperta

  40. Tasso di cambio realeAvanzo delle partite correnti e Se i tassi di cambio reale sono bassi Le importazioni sono (relativamente) molto costose La bilancia commerciale è in avanzo e2 NX(e) 0 NX NX2> 0 Capitolo 5: L’economia aperta

  41. Le determinanti del tasso di cambio reale Il tasso di cambio reale è correlato alle esportazioni nette: ε EX, IM  NX Ma NX = S – I, al edi equilibrio la domanda di valuta necessaria per effettuare NX è uguale all’offerta di valuta in eccesso agli investimenti: S – I. Capitolo 5: L’economia aperta

  42. Il tasso di cambio reale e la politica economicaLa politica fiscale interna e S2– I S1– I Una politica fiscale espansiva riduce il risparmio nazionale La minore offerta di risparmio nazionale rende la valuta nazionale più scarsa e ne aumenta il valore relativo. Il tasso di cambio eaumenta e2 e1 NX(e) Facendo diminuire le esportazioni nette NX2 NX1 NX Capitolo 5: L’economia aperta

  43. La politica commerciale Il governo può intervenire per rendere le esportazioni più convenienti e le importazioni più costose: • Dazi e tariffe: Tasse pagate sulle importazioni. Ne aumentano il prezzo • Quote e contingentamenti: lo Stato fissa la quantità massima di importazioni. • Sussidi alle esportazioni: lo Stato paga parte del prezzo delle esportazioni. Le imprese riducono i prezzi sui mercati internazionali ed esportano di più. In tutti i casi le esportazioni nette aumentano per ogni livello di tasso di cambio reale e la curva NX(e) si sposta verso l’alto. Capitolo 5: L’economia aperta

  44. La politica commerciale Gli effetti di una politica protezionistica sulle esportazioni nette e S– I Una politica protezionistica aumenta la domanda di esportazioni nette NX per ogni livello del tasso di cambio e e2 Il tasso di cambio reale e aumenta fino a quando il risparmio netto (che non è cambiato) è uguale a NX. NX2(e) e1 NX1(e) Le esportazioni nette non cambiano NX NX1 Capitolo 5: L’economia aperta

  45. La politica commerciale • Non cambia la bilancia commerciale • Rende il paese più chiuso: si riducono sia le importazioni sia le esportazioni. • Non permette di fruire dei vantaggi della specializzazione internazionale legati al commercio Capitolo 5: L’economia aperta

  46. Determinanti del tasso di cambio nominale Il tasso di cambio reale è dato da: In termini di variazioni percentuali avremo: Quindi, paesi a elevata inflazione avranno tassi di cambio nominale deprezzati: Capitolo 5: L’economia aperta

  47. Tassi di cambio e inflazione (medie 1972-2000, diff. da USA) Capitolo 5: L’economia aperta

  48. Capitolo 5: L’economia aperta

  49. La parità del potere d’acquisto Legge del prezzo unico: Se le importazioni e le esportazioni sono a costo nullo allora beni identici devono avere lo stesso prezzo reale in tutti i paesi del mondo. Se così non fosse esistono possibilità di arbitraggio non sfruttate (ad esempio comprare mele in Italia e rivenderle a prezzi superiori a New York). Questa ipotesi è anche detta parità di potere d’acquisto Capitolo 5: L’economia aperta

  50. Analisi di un caso: Il Big Mac nel mondo (2000) Capitolo 5: L’economia aperta